2050, addio al vino europeo: temperature troppo alte

2050, addio al vino europeo: temperature troppo alte

Giorni contati per il vino europeo: i cambiamenti climatici potrebbe rendere il Vecchio Mondo incapace di sostenere i vigneti, favorendo altre aree del mondo.

A dirlo, una ricerca di Conservation International, diretta dal dottor Lee
Hannah.

La squadra del Conservation ha creato 17 modelli climatici diversi, combinazioni di valori di temperatura, e di pioggia.

I risultati parlano di uno spostamento dell’area del vino verso il Nord America, che vedrà entro il 2050 i terreni vinificabili aumentare del 231%, seguito dalla Nuova Zelanda (168%),
poi Nord Europa (99%).

Al contrario tra i penalizzati spicca l’Italia ed il resto dell’Europa mediterranea, con un meno 86% di aree di produzione. Subito dietro, l’Australia (-73%), e California (-60%). Causa
principale, l’aumento delle temperatura che renderebbe suolo e clima inadatto alla coltivazione e crescita della vite.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento