Mangiare legumi riduce la glicemia

Mangiare legumi riduce la glicemia

Piselli, ceci ed altri. Per i malati di diabete di tipo 2, mangiare legumi porta un doppio beneficio: riduce la glicemia ed il rischio di sviluppare malattie coronariche.

E’ il messaggio di una ricerca dell’Università di Toronto e del Saint Michael Hospital (Canada), diretta dal dottor David Jenkins e pubblicata su “Archives of Internal Medicine”.

Jenkins e la sua squadra hanno esaminato volontari ospedalizzati, malati di diabete di tipo 2, sottoposti ad una dieta con dosi frequenti (circa 190 gr/giorno) di legumi. In dettaglio, i
pazienti hanno subito regolari controlli di glicemia, lipidi e pressione sanguigna.

I test hanno mostrato come la dieta mirata riducesse l’emoglobina Aic (-0,5%) ed il rischio di coronaropatia (-0,8%).

Allora, riassume il capo-ricercatore: “I nostri dati confermano che un consumo di legumi quotidiano sembra contribuire efficacemente agli effetti positivi di una dieta finalizzata a controllare
i livelli di glicemia e a ridurre i rischi di patologie cardiache. I legumi si sono rivelati dunque ottimi alleati di un’alimentazione a basso contenuto glicemico”.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento