Fagioli e gas addominale: (quasi) una leggenda metropolitana

Fagioli e gas addominale: (quasi) una leggenda metropolitana

Il mangiare fagioli e gli attacchi di flatulenza. Tale fenomeno, umiliante se avviene in pubblico, è diventato materia di film, barzellette e storielle, con il malcapitato vittima dei
problemi intestinali nei momenti meno opportuni.

La relazione tra legumi e gas intestinale è stata oggetto di una ricerca delle Università dell’Arizona e del Colorado, diretta dai dottori Donna Winham ed Andrea Hutchins e
pubblicata sul “Journal of Nutrition”.

Ad attivare gli studiosi, la strana storia dei legumi.

Nutrizionalmente, sono alimenti molto validi: ricchi di fibra, poco colesterolo e buoni livelli di vitamine: A,B,C. Poi sali minerali e proteine.

Nonostante queste doti, il consumo medio pro capite dei legumi (fagioli in primis) rimane basso. Colpa di una lunga preparazione, ammollo e cottura poco compatibili coi tempi moderni, ma sopra
colpa dell’idea che mangiarli porti ad emissione, rumorose e maleodoranti, di gas intestinali.

Per fare chiarezza sul fenomeno, i ricercatori hanno creato uno speciale campione di volontari, scegliendo tra altri 3 studi sugli effetti dei fagioli. Tale campione è stato diviso in
tre gruppi.

Il primo ha consumato mezza tazza di fagioli neri o borlotti per 8 settimane. Stesso alimento per il secondo, che ha consumato per 12 settimane. Infine, il terzo gruppo (gruppo di controllo) ha
invece mangiato carote. Tutti hanno compilato un questionario settimanale, indicando eventuali disturbi gastrointestinali, come gonfiore o flatulenza.

In base alle risposte, nella prima settimana meno del 50% ha riportato una crescita della flatulenza. Tra le vittime del problema, il 70% di loro ha visto diminuire la frequenza a partire dalla
seconda o terza settimana dell’esperimento, dunque l’abitudine al consumo di fibre aiuta l’intestino.

Particolarmente interessante l’effetto dei fagioli neri, con solo il 19% dei loro consumatori soggetti al problema in questione.

Allora, concludono gli autori della ricerca, il legame tra fagioli e gas intestinale è più leggenda che realtà, spesso favorito dallo stato di agitazione del soggetto. Ed,
inoltre, l’aumento di gas nell’addome colpisce di più chi non li consuma in modo costante.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento