Lodo Alfano: gli agricoltori della Cia esprimono solidarietà al presidente Napolitano

Lodo Alfano: gli agricoltori della Cia esprimono solidarietà al presidente Napolitano

“Esprimiamo al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano la nostra più viva e profonda solidarietà per i pesanti e inaccettabili attacchi di cui è stato fatto oggetto”.
Lo ha sostenuto il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori Giuseppe Politi, per il quale le affermazioni del premier Silvio Berlusconi sono molto gravi e rischiano di aprire una
fase molto delicata nei rapporti istituzionali.

“Per questa ragione – ha aggiunto Politi – rinnoviamo il nostro pieno sostegno al Capo dello Stato e alla sua azione in difesa della democrazia e della Costituzione. Un impegno che ha sempre
svolto con grande correttezza e che gli italiani hanno apprezzato con inequivocabile chiarezza”.

“E’ grave – ha aggiunto il presidente della Cia – che, con le affermazioni del premier, ci sia stata, di fatto, una delegittimazione di organi costituzionali da parte del governo, che è,
invece, chiamato ad altri e ben più alti compiti”.

“Il pronunciamento della Corte Costituzionale sul ‘Lodo Alfano’, evidenzia l’assoluta indipendenza della Consulta stessa, organismo istituzionale che deve essere tutelato e difeso da tutti
gli attacchi. Il presidente della Repubblica – ha evidenziato Politi – ha agito, anche in questa occasione, con la massima correttezza e nel pieno rispetto del dettame costituzionale. Ed è
per tale motivo che rinnoviamo stima ed affetto al presidente Napolitano e alla sua preziosa opera di garante che svolge in modo ineccepibile”.

“Comunque, al di là di questa vicenda, pur grave, è quanto mai opportuno abbassare i toni del confronto e il governo – ha concluso il presidente della Cia – deve continuare ad
operare e sviluppare tutte quelle azioni e
quegli interventi di politica economica e sociale che, in particolare, gli agricoltori attendono da tempo”.

Leggi Anche
Scrivi un commento