Lo sapevi che… Vuoi preparare un dolce alle pere?

Lo sapevi che… Vuoi preparare un dolce alle pere?

Vorresti una ricetta? Ok.

Come la mela la pera è un falso frutto il vero frutto è il torsolo, quello che mangiamo è detto ipanzio, ossia un ingrossamento di
una parte floreale.

La pera ha un contenuto di fibre che stimola il tratto intestinale, inoltre aiuta la digestione.

Gli zuccheri presenti sono il fruttosio e il sorbitolo (o glucitolo), zuccheri con potere dolcificante superiore al saccarosio.

Il sorbitolo è presente in molti frutti e bacche, come mele, ciliegie, susine e sorbe da cui prende il nome.

Una caratteristica di questo dolcificante è dovuto al fatto che i batteri, legati alle carie non riescono a sintetizzarlo per il loro metabolismo.

La ricetta

Fai bollire del vino rosso (250 ml), preferibilmente primitivo o negramaro, con zucchero (60 g.) e aromi naturali (bucce di limoni, di arance, 1 bustina di camomilla, 1 bacca di vaniglia).

Ad operazione ultimata fai raffreddare il composto e immergi le pere (Williams) prive dell’epicarpo (buccia).

Riporta il composto a bollitura, successivamente al raffreddamento.

Dopo 24 ore gli antociani del vino daranno un colore violaceo alle pere.

Posiziona e cuoci, in forno preriscaldato (175°c), le pere sgocciolate e affettate su una sfoglia di pasta frolla e crema pasticciera.

Accompagna questo dolce con il vino aromatico di cottura delle pere, chiaramente quest’ultimo servilo caldo.

“Lo sapevi che…” a cura di Renato Morisco per Newsfood.com


Leggi Anche
Scrivi un commento