E’ Possibile GUSTARE l’Intolleranza al Lattosio

E’ Possibile GUSTARE l’Intolleranza al Lattosio

INTOLLERANZA TOLLERABILE.
“Finalmente hanno capito che cos’ho!”.
Questo è stato il primo pensiero che ho avuto quando l’infermiere mi ha comunicato che l’esito del Breath Test per l’intolleranza al lattosio era positivo.
Il secondo è stato: “Bene, e adesso cosa mangio visto l’interminabile lista di cibi che contengono il beneamato zucchero?”.
Sì perché il lattosio non è presente solo nel latte e nei suoi derivati, bisogna fare attenzione alle fonti nascoste: spesso è usato come additivo nel prosciutto
cotto, nelle salsicce e in altri insaccati, nel dado, nell’impasto di pane, focacce, pizze e non solo. Occorre sempre controllare le etichette e memorizzare la tabella degli alimenti che lo
contengono naturalmente o ai quali viene aggiunto senza che sia espressamente dichiarato.

All’inizio non è facile ed è proprio per questo motivo che da oggi proponiamo una rubrica nella quale inseriremo suggerimenti utili per preparare delle ricette senza lattosio.
Prima di trovare un dolce che mi soddisfacesse ho sperimentato di tutto ma i risultati erano quasi sempre imbarazzanti;

Crostata alla marmellata di Ace senza burro e uova 

Ingredienti:  
120 g di farina 00
120 g di fecola di patate
150 g di margarina vegetale
100 g di zucchero
scorza di limone
pizzico di sale
marmellata all’Ace  

Preparazione:   In un contenitore lavorare, fino ad ottenere una crema, la margarina a temperatura ambiente con lo zucchero e la scorza del limone grattugiata. Setacciare la farina e
la fecola di patate e disporle a fontana su una spianatoia o in una ciotola, aggiungervi al centro la crema ottenuta precedentemente e un pizzico di sale, impastare velocemente. Avvolgere il
composto nella pellicola trasparente e lasciarlo riposare in frigo per un’ora. Se l’impasto dovesse apparire ancora troppo morbido metterlo nel freezer per 10 minuti. Adagiare la pasta frolla tra
due fogli di carta da forno e stenderla con l’ausilio di un mattarello. Facendo attenzione a non rompere la pasta distenderla in una tortiera, non è necessario che sia precedentemente unta
con la margarina e infarinata. Bucherellare la frolla in modo tale che la superficie rimanga omogenea durante la cottura e farcirla con la marmellata che si predilige, in questo caso quella di
arancia, carote e limone. Cuocere nel forno preriscaldato a 180°  per 35 minuti. Fare comunque attenzione al tempo di cottura, questa è un’indicazione generale che può
variare in base all’elettrodomestico che si possiede.  

Elena Flaccadori
elenaflaccadori@hotmail.com
www.elenaflaccadori.com
www.ideafoodandbeverage.com

Leggi Anche
Scrivi un commento