Lievità: avviata con successo la campagna di crowdfunding su Mamacrowd

Lievità: avviata con successo la campagna di crowdfunding su Mamacrowd
Lievità, la catena di pizzerie gourmet che si ispira alla tradizione napoletana, ha avviato con successo la campagna di equity crowdfunding su  Mamacrowd, la più importante piattaforma italiana per investimenti in equity crowdfunding che permette di investire nelle migliori startup e PMI italiane, superando in sole 48 ore l’obiettivo massimo iniziale prefissato di 500mila euro.  
 
La start up fondata dai cinque soci – i fratelli Andrea e Gianmaria D’Angelo, Giorgio Caruso, Giovanni Grossi e Lorenzo Santin – punta ora all’overfunding fino a un massimo di 1 milione di euro. Più in dettaglio, la campagna prevede ora due successivi step con obiettivi di raccolta rispettivamente fissati a 750mila e 1 milione di euro. 
 
Nata nel 2015 Lievità rappresenta un nuovo modo di intendere, preparare e gustare la pizza grazie a una filosofia basata sulla leggerezza e digeribilità dell’impasto e sulla particolarità delle ricette, ideate dal Maestro Pizzaiolo Giorgio Caruso, e attraverso l’utilizzo di ingredienti freschi e di qualità provenienti rigorosamente da realtà italiane.
 
La campagna di crowdfunding rientra all’interno di un ambizioso piano di crescita che la start up vuole portare a termine nei prossimi tre anni: consolidare la presenza su Milano ed espandersi nel Nord Italia, aprire un’Academy di formazione e diventare la prima catena sostenibile di pizzerie in Italia. 
 
“Questa campagna di crowdfunding rappresenta una grande occasione per Lievità in quanto ci consente di compiere un importante salto dimensionale e di sviluppare ulteriormente i valori fondanti della nostra società quali l’attenzione alle persone e la sostenibilità” – conclude Gianmaria D’Angelo.
 
Nel periodo compreso tra il 2015 e il 2019, Lievità ha registrato una crescita di fatturato del 50% medio annuo, con un EBITDA medio di punto vendita fino al 30% e, per il 2022, prevede su pari perimetro attuale un fatturato a regime pari a 3,5 milioni di euro. Le prospettive sono ambiziose e il business plan prevede di superare i 10 milioni di euro di ricavi nel 2024.
Leggi Anche
Scrivi un commento