Vino, l’aroma dipende dai microbi

Vino, l’aroma dipende dai microbi

Un colpo al valore dei maestri vignaioli o la semplice accettazione di una realtà scientifica?

Comunque sia, l’aroma del vino dipende da microbi specifici, che portano differenze anche con uve affini.

E’ la tesi contenuta in una ricerca della Stellenbosch University
(Sudafrica), diretta dal dottor Mathabatha Setati e pubblicata da “PloS ONE”.

Setati e la sua squadra hanno esaminato campioni di uva provenienti da vigneti commerciali, ognuno con sistemi di coltivazioni diversi. In particolare, tutti i vigneti utilizzavano lo stesso
lievito, ma una vigna, quella meno trattata, aveva più varietà di funghi rispetto alle altre.

I test di laboratorio hanno evidenziato come, in un singolo vigneto, i vitigni presentavano condizioni particolari, come temperatura o esposizione al sole che alteravano i microbi. Risultato,
il vino ricavato aveva cambiamenti significativi d’aroma e sapore.

Secondo il capo-ricercatore, la scoperta potrà aiutare gli addetti ai lavori a controllare meglio il processo di fermentazione ed i suoi risultati, come le proprietà del vino.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento