Le richieste dell’Oua: nuovo tentativo protezionistico, non riformatore

 

“Di nuovo un’iniziativa ad opera delle componenti ordinistiche volta ad ingessare il sistema e ad allontanare un processo di riforma reale” – questo il commento
del Colap alla notizia della consegna di un documento da parte dell’Oua, Organismo unitario dell’avvocatura, ai rappresentanti politici per una modifica sostanziale della
legge Bersani come presupposto per una riforma della giustizia.

“L’aut aut dei legali suona come un ricatto bello e buono – afferma il Presidente Colap, Giuseppe Lupoi – e non va certamente nella direzione di una riforma delle
professioni in grado di garantire la qualità e la competitività. Piuttosto ci chiediamo dove siano finite le proposte di riforma congiunta del comparto giuridico-economico
che il Ministro della Giustizia Alfano aveva chiesto mesi fa ad alcuni ordini per l’avvio di un dialogo sulla riforma delle professioni? Come al solito le posizioni di potere e
gli interessi di categoria hanno prevalso sul buon senso e l’interesse pubblico e l’idea di modificare la Bersani va nella stessa direzione’”.

“Ci auguriamo che il governo non prenda in considerazione la richiesta fatta e proceda al più presto ad una riforma della giustizia che sia il risultato di un dialogo con
tutte le parti direttamente coinvolte governo, professionisti e cittadini e soprattutto che non sia il frutto delle pretese di alcuni”.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento