Sicurezza negli stadi, al via la tessera del tifoso

Sicurezza negli stadi, al via la tessera del tifoso

Per arrivare a una politica della sicurezza bisogna porre attenzione a quei tifosi che danno lustro allo sport, cioè quelli che rispettano le regole e apprezzano i valori della
legalità. Lo strumento per raggiungere questo obiettivo è stato individuato dall’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive nell’attuazione del programma
‘tessera del tifoso’.

L’idea, mutuata dall’esperienza di altri Paesi europei, e il progetto approvato dall’Osservatorio l’8 maggio scorso, pone l’attenzione sulla fidelizzazione del tifoso, al fine di
promuovere un modello che prevede la formazione da parte delle società calcistiche di una tifoseria/clientela della quale potersi rendere garante.

La tessera dà diritto a una serie di facilitazioni, privilegi e benefici sia nell’acquisto dei tagliandi che nell’accesso a tutti i servizi che si connettono ad un
evento calcistico. Il progetto è partito nella sua fase sperimentale in questa stagione e andrà a regime con quella del prossimo anno.

Il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, ha espresso apprezzamento per l’iniziativa dell’Osservatorio. «Questo è lo strumento migliore per tutelare la
tifoseria sana e allontanare i violenti, ha dichiarato il ministro. Il nostro impegno sarà massimo, prosegue Maroni, affinché questa iniziativa sia attuata da tutte le
squadre di calcio nel più breve tempo possibile».

Nella riunione dell’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive, svolta il 16 settembre scorso, dove è stata confermata la linea dell’intransigenza nei
confronti delle violenze sportive che hanno determinato il divieto della vendita dei tagliandi per le trasferte e l’ingresso negli stadi riservato ai soli abbonati, è stato
di nuovo sollecitato l’avvio del programma relativo alla tessera del tifoso.

Leggi Anche
Scrivi un commento