Lazio: contro la violenza, la cultura del rispetto

Lazio – “La violenza – contro le donne, ma più in generale contro le persone – va affrontata a monte, anche a partire dalle scuole come questione educativa: creando una cultura
del rispetto e dell’ascolto dell’altro, ma anche rafforzando il sostegno e le attività di consulenza, di mediazione dei conflitti, di superamento delle difficoltà nelle relazioni
interpersonali, dando inoltre una risposta tempestiva, anche in termini giudiziari, alle vittime di violenza.

Compito, quest’ultimo, delle istituzioni. Per questo motivo ho intenzione di coinvolgere nel gruppo di lavoro con i docenti anche i rappresentanti delle consulte degli studenti, al fine di
ascoltare le loro esperienze e di coinvolgerli attivamente nella conoscenza di tematiche tanto importanti. Deve essere, inoltre, aggiornata la legge sulla violenza sessuale promulgata undici
anni fa, sulla base delle proposte già depositate in Parlamento, soprattutto realizzare due obiettivi: un maggiore sostegno alla prevenzione e alle azioni di mediazione dei conflitti sul
territorio e un’accelerazione delle procedure per tutelare le donne oggetto di violenza, per allontanare tempestivamente i violenti.”

E’ quanto ha detto l’Assessore all’Istruzione, Silvia Costa, in occasione dell’incontro con gli studenti delle scuole romane Diaz, Manara, Gioberti, Socrate e dell’Istituto Salvemini di
Subiaco, promosso dalla Consulta femminile del Lazio presso la Casa del Cinema, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza alle donne, che si celebrerà il prossimo 25
novembre.

Leggi Anche
Scrivi un commento