Lavoro, Confagricoltura: con l’avviso comune raggiunta una buona intesa tra le parti sociali

Lavoro, Confagricoltura: con l’avviso comune raggiunta una buona intesa tra le parti sociali

“Una nuova dimostrazione delle buone relazioni sindacali che caratterizzano il settore primario.”  Così Confagricoltura commenta la sottoscrizione dell’avviso comune in materia di
lavoro e previdenza da parte di tutte le parti sociali del settore agricolo (Confagricoltura, Cia, Coldiretti, Fedagri-Confcooperative, Legacoop-Agroalimentare, Agci-Agrital, Flai.Cgil,
Fai-Cisl e Uila-Uil).

L’intesa contiene una serie di proposte finalizzate a proseguire l’azione di contrasto al lavoro sommerso, irregolare e fittizio, nonché a definire interventi mirati a salvaguardare i
livelli occupazionali e a favorire una migliore occupazione nel settore agricolo.

Particolarmente interessanti, per Confagricoltura, sono le proposte in materia di semplificazione amministrativa e burocratica, nonché quelle finalizzate a ridurre la pressione
contributiva a carico dei datori di lavoro agricolo.

“Nell’attuale fase congiunturale negativa è infatti indispensabile – sostiene l’Organizzazione agricola – alleggerire il peso degli oneri sociali, soprattutto per le imprese agricole che
operano in zone normali e che attualmente non usufruiscono di alcun tipo di agevolazione contributiva.”

E’ necessario inoltre intervenire su quelle rigidità burocratiche che, senza valido motivo, rendono difficile e complicata la vita alle imprese agricole, soprattutto quando intendono
assumere lavoratori extracomunitari e quando debbono gestire rapporti di lavoro stagionali.

Occorre poi, a parere di Confagricoltura, trovare soluzioni quali quelle individuate nell’avviso comune, per restituire alla previdenza agricola l’importanza e la dignità che merita
all’interno dell’INPS, nonché per risolvere alcune criticità interpretative che hanno generato un ingente contenzioso amministrativo e giurisdizionale.

Confagricoltura confida quindi che il Governo – al quale l’avviso comune è stato indirizzato – raccolga le sollecitazioni provenienti in modo congiunto da tutte le parti sociali del
mondo agricolo e le traduca presto in  provvedimenti attuativi di carattere legislativo o amministrativo.

Leggi Anche
Scrivi un commento