Laughercise. Ridere è come fare ginnastica

Laughercise. Ridere è come fare ginnastica

Ridere è come fare attività fisica moderata: stimola l’organismo, combatte il colesterolo (cattivo) e fa calare la fame.

A dirlo, una ricerca della Loma Linda University’s School of Allied Health (Usa), diretta dal dottor Lee S. Berk e presentata alla Conferenza “Experimental Biology” in corso ad Anaheim
(California).

Da tempo Berk e colleghi studia il rapporto tra risata e benessere fisico.

Nel loro ultimo esperimento, essi hanno reclutato 14 volontari, sottoponendoli a 20 minuti di videoclip, sia divertenti che non. Nel frattempo, gli scienziati monitoravano le loro reazioni,
anche tramite analisi del sangue.

La squadra della Linda Loma University’s ha così potuto osservare come i video tristi non avevano nessun effetto. Diverso invece per i video allegri: questi provocavano risate, che
aumentavano l’ormone della fame (grelina), riducendo quello della sazietà (leptina), facevano calare il colesterolo cattivo e crescere quello buono. Insomma, la risata agiva come una
sessione di ginnastica moderata, tanto da portare ala creazione del termine “Laughercise”.

Allora, secondo il dottor Berk “Questa ricerca può avere numerose ricadute, e potrà essere utile per fornire ulteriori opzioni destinate a quei pazienti che non possono ricorrere
all’attività fisica per normalizzare o aumentare l’appetito”.

Ad esempio, spiega l’esperto, potrebbe aiutare gli anziani che perdono l’appetito per mancanza di attività fisica o cause depressione. O quei vedovi, che si dimenticano di mangiare a
causa del dolore per la perdita del compagno/a.

Fonte: “Laugh Your Way to Good Health and Weight Loss”, Reader’s Digest Magazine, 19/04/010

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento