La dieta mediterranea previene l’Alzheimer, ulteriori conferme

La dieta mediterranea previene l’Alzheimer, ulteriori conferme

La dieta mediterranea è capace di prevenire l’Alzheimer: ci sono ulteriori conferme che tale stile alimentare sia utile per contrastare demenza e declino cognitivo.

I dati sono stati raccolti da una ricerca dell’University of Exeter e del National Institute for Health
Research Collaboration for Leadership in Applied Health Research and Care in the South West Peninsula (NIHR PenCLAHRC), diretta dalla dottoressa Iliana Lourida e pubblicata su “Epidemiology”.

Lourida e compagni hanno preso in esame 24 indagini: 12 ricerche complete (11 osservazionali, 1 randomizzata) e 12 parti, parziali ed ammissibili.

La revisione ha mostrato come che in 9 delle 12 ricerche complete la dieta mediterranea si mostrava capace di migliorare la funzionalità del cervello, ridurre il declino cognitivo
associato all’età ed in ultimo proteggere dalla comparsa dell’Alzheimer.

Intervista la dottoressa ha chiarito come per dieta mediterranea s’intende un sistema che riduce carne, latticini, grassi animali ed al contrario aumenta le dosi di frutta e verdura, olio e
pesce.

Inoltre, più in generale, ha chiarito come “Il cibo mediterraneo è sia delizioso che nutriente, la nostra revisione sistematica ha mostrato come possa proteggere il cervello che
invecchia riducendo il rischio di demenza”. Se allora “il legame tra l’aderenza alla dieta mediterranea ed il rischio di demenza non è nuovo, il nostro è il primo studio che
analizza tutte le prove esistenti”.

Nonostante tale risultato importante, la dottoressa ed i suoi colleghi hanno in programma ulteriori verifiche: obiettivo, ottenere ulteriori confermi sugli effetti benefici della dieta in
questione.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento