La curcumina dà sollievo dall’artrite

La curcumina dà sollievo dall’artrite

La curcumina può agire come medicina naturale contro l’artrite. Anche a piccole dosi, la spezia aumenta la mobilità e riduce il dolore dei malati.

A sostenerlo, una ricerca diretta dell’Università di Chieti-Pescara, diretta dottor Gianni Belcaro e pubblicata su “Panminerva Medica”.

Gli studiosi hanno voluto valutare i benefici di Meriva, complesso di curcumina addizionato con la Fosfatidilcolina estratta dalla soia. A tale scopo, sono stati scelti 50 malati di artrite del
ginocchio, divisi in due gruppi. Tutti e due gruppi avevano ricevuto la terapia medica tradizionale, ma il primo gruppo aveva ottenuto in più il supplemento: 1 grammo di prodotto con 200
milligrammi di curcumina. Come fanno notare gli esperti, tale dose è lievemente superiore a quella fornita dall’alimentazione indiana tradizionale.

Dopodiché, i volontari hanno utilizzato un tapis ruolant, a 3 km/ora ed inclinazione 10%, sia prima che dopo la cura. Durante l’esercizio, si monitorava sia il dolore percepito che lo
spazio (in metri) percorso. In più, i soggetti descrivevano i sintomi della loro malattia tramite un questionario della Western Ontario and McMaster Universities (WOMAC).

Infine, gli scienziati hanno usato la nefelometria laser per controllare i livelli della la proteina C reattiva (CRP) considerata un marker dell’infiammazione.

I risultati finali, ottenuti dopo 90 giorni, hanno evidenziato differenze tra i due gruppi. Il primo gruppo (che aveva assunto curcumina) mostrava una riduzione del 58% del punteggio WOMAC. e
una maggiore resistenza ai tapis roulant: da 76 metri iniziali fino a 332 metri a termine cura.

Anche l’esame CRP evidenziava miglioramenti. Essa è diminuita da 168 ± 18 a 11,3 ±. 4.1 mg/L.

Diversamente, il secondo gruppo non ha evidenziato cambiamenti significativi: 2% nel punteggio WOMAC, da 82 m a 129 m nel test tapis roulant, e da 175 ± 12,3 a 112 ± 22,2 mg / L.

Commentano i ricercatori: “Questi risultati mostrano che la Meriva è clinicamente efficace nella gestione e nel trattamento dell’artrosi e suggerisce che la stabilità maggiore e
il migliore assorbimento di curcumina indotta da complessazione con fosfolipidi ha rilevanza clinica e getta le basi per studi più ampi e prolungati”.

Lo studio è stato condotto per Indena S.p.A, azienda italiana specializzata in prodotti naturali. L’azienda ha apprezzato i risultati, tanto che un suo portavoce ha dichiarato che
è “la prima volta che la curcumina mostra un’efficacia clinica a basse dosi”.

Fonte: G. Belcaro, MR Cesarone, M. Dugall, L. Pellegrini, A. Ledda, MG Grossi, S. Togni, G. Appendino, “Product-evaluation registry of Meriva, a curcumin-phosphatidylcholine complex, for
the complementary management of osteoarthritis”, Panminerva Medica 2010; 52

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento