IRAQ: moda occidentale in salsa irachena

Se in Iraq esiste un solo ristorante McDonald’s, per di più senza licenza, a tentare l’avventura irachena è la catena di moda spagnola Mango.

A dicembre, in una delle grandi città curde del nord, Erbil, verrà aperto il primo negozio di quest’azienda specializzata in moda giovane a prezzi contenuti,
già presente nell’area medio-orientale fin dal 1997, quando s’insediò in Kuwait, e poi via via a Dubai, Arabia Saudita, Baharain, Giordania, Libano, Oman, Qatar e
Israele.

A fine anno sarà la volta di Iran e Iraq, appunto.

Ma c’è da dire che, se l’etichetta è la stessa dei negozi occidentali, i capi d’abbigliamento che Mango vende in Medio Oriente sono molto diversi. A cominciare da quel
30% di capi specifici per il mercato arabo, vale a dire in sintonia con la sua cultura: tuniche, abiti lunghi e camicie di seta dai colori sobri.

E nonostante ciò, le clienti li indossano solo sotto il burqa.

Leggi Anche
Scrivi un commento