Influenza A: ecco la prima vittima italiana

Influenza A: ecco la prima vittima italiana

Il virus H1N1 fa la prima vittima su suolo italiano.

A mezzanotte, si è fermato il cuore di D.G., 51 anni, ricoverato in gravissime condizioni si salute all’ ospedale Cotugno di Napoli. Constatandone il decesso, i medici mettono l’accento
sul quadro clinico del paziente.
L’uomo era infatti affetto da miocardiopatia dilatativa e di una forma molto grave di diabete. Recentemente, il suo organismo era stato attaccato anche da insufficienza renale e di una sepsi da
stafilococco aureo. Le condizioni dell’uomo hanno iniziato a peggiorare intorno alle 23 di ieri sera. Durante le procedura d’intervento, il personale sanitario del Cotugno ha constatato una
crescente brachicardia (cioè un progressivo rallentamento del cuore), poi la fibrillazione ed infine l’arresto.

D.G., che abitava con l’anziana madre nel quartiere partenopeo di Secondigliano, non è mai stato all’estero. Per ,i medici escludono che abbia contratto l’influenza A fuori dal
territorio nazionale, come escludono che sia stato contagiato durante uno dei suoi numerosi soggiorni in ospedali e strutture sanitarie.

In Italia, l’influenza suina ha infettato circa 2000 soggetti, per lo più in condizioni di salute non preoccupanti. Oltre a quello dell’uomo di Napoli, l’unico caso grave è quello
del 24enne di Monza, le cui condizioni presentano un significativo miglioramento.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento