Incontri con gli industriali italiani per meglio conoscere IPACK-IMA 2009

 

L’organizzazione di IPACK-IMA 2009 procede con risultati notevoli, più dell’80% dell’area disponibile già venduto, una robusta presenza di espositori esteri, circa
250 sul totale dei 1.000 già iscritti, in crescita del 20% rispetto alla stessa data nell’edizione 2006.

Si tratta di dati positivi che è bene rimarcare, soprattutto in tempi di crisi internazionale: sono notizie già in diffusione tramite le riviste di settore e siti
specializzati, grazie alla massiccia campagna di comunicazione messa in piedi dagli organizzatori. Ma adesso vengono anche portate a diretto confronto e discusse con gli espositori di
IPACK-IMA 2009.

Una serie di incontri si sono svolti nel mese di ottobre, sullo schema di quelli che vengono abitualmente realizzati all’estero, rivolti direttamente ai protagonisti dell’industria
italiana. Le presentazioni hanno toccato le principali città da Milano a Vicenza a Bologna, per proseguire nei prossimi mesi con ulteriori appuntamenti.

Alla base di questi incontri c’è la volontà di disegnare la fiera sempre più a misura dei suoi utilizzatori. Il risultato è stato la partecipazione
attiva di oltre 100 aziende, che si sentono in questo modo protagoniste anche della «macchina organizzativa» e che conferma quanto IPACK-IMA sia particolarmente attesa dalla
business community.

Gli appuntamenti sono serviti a illustrare ciò che si sta facendo sia in termini di organizzazione in preparazione dell’evento, sia nell’attuazione del fitto programma di
comunicazione e promozione volto ad incrementare il livello di internazionalità di IPACK-IMA.

Ulteriore dato significativo è che le aziende presenti si sono mostrate fiduciose e propense a investire nello strumento fieristico come leva del marketing mix.

Aspettative che sono tutte coerenti con l’importanza della collocazione di IPACK-IMA nel «Cosmic Event» del 2009, di cui sarà parte qualificante, in
contemporanea con Grafitalia & Converflex.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento