E’ morto Marcello Molinari, il figlio del re della sambuca

E’ morto Marcello Molinari, il figlio del re della sambuca

 

E’ morto ieri, all’età di 81 anni, Marcello Molinari, il figlio del fondatore dell’omonima azienda di produzione della sambuca.

Molinari ha avuto una vita di successi condotta con grande semplicità, ma segnata anche da un momento tragico. Nel 1981, infatti, fu rapito dall’anonima sarda mentre stava
lavorando da solo nel suo orto alla periferia della città portuale a nord di Roma.

Rimase due mesi prigioniero in un capanno nelle campagne marchigiane prima di essere liberato da un blitz dei carabinieri.

Cinque anni fa ad Orbetello, era rimasto vittima di un grave incidente stradale, che ne aveva intaccato la forte fibra e dal quale non si era mai ripreso del tutto.

La Molinari è attualmente presieduta da Mafalda Molinari mentre Antonio Molinari ricopre la carica di amministratore delegato. Del celebre marchio di sambuca, famosa anche nella
variante con la ‘mosca’, ovvero con un chicco di caffé nel liquore, messo forse per scherzo per la prima volta durante la Dolce Vita romana, si sono vendute oltre sette milioni
di bottiglie nel 2006.

Dal ’99 la Molinari ha una partecipazione azionaria nella Limoncello di Capri mentre dal 2003 ha ripreso, migliorandola, una sua vecchia ricetta: la sambuca al caffe’. La Sambuca Extra
Molinari nasce nel 1945 subito dopo la fine della guerra per opera di Angelo Molinari, commendatore e fondatore del marchio, scomparso nel 1975. (ANSA).

Leggi Anche
Scrivi un commento