Il mangostano: aiuta il cuore, combatte il diabete

Il mangostano: aiuta il cuore, combatte il diabete

Il mangostano (“Garcinia mangostana L.”), frutto esotico poco noto in Europa, ha numerosi effetti positivi. In particolare, difende il cuore contro le malattie cardiovascolari ed
è in grado di prevenire il diabete, specie negli individui affetti da obesità.

A dirlo, uno studio del Medicus Research in California, diretto dal dottor Jay Udani e pubblicato sulla versione online del “BioMed Central Journal Nutrition”.

I ricercatori hanno lavorato in particolare su un elemento, la proteina C-reattiva (CPR). Tale proteina viene prodotta dal fegato e poi rilasciata nel sangue e, dato che in presenza
d’infiammazione o d’infezione i suoi livelli si alzano notevolmente, può essere usata come spia per le malattie cardiovascolari e la sindrome metabolica.

La squadra del dottor Udani ha poi sperimentato gli effetti del succo di mangostano in persone affetta da obesità. Si è così notato come oltre mezzo litro al giorno di
succo di mangostano riducevano di 1,33 mg/L i livelli di CRP, contro un aumento di 0,9 mg/L nelle persone appartenenti al gruppo trattato con il placebo.

Gli scienziati sottolineano come poter ridurre, o addirittura eliminare l’infezione, con un metodo (come il succo di un frutto) senza effetti collaterali sarebbe molto positivo.

Tuttavia, come sottolinea il dottor Udani, “Ulteriori, studi condotti su di un numero maggiore di persone, sono tuttavia necessari per confermare e definire ulteriormente i benefici di questo
succo di frutta, che si è dimostrato sicuro a tutti i dosaggi testati”.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento