Il latte materno difende i bambini da virus e malattie

Il latte materno difende i bambini da virus e malattie

La scienza conferma il sapere popolare: il latte materno è una medicina naturale, in grado di proteggere i bambini da virus e malattie. Il tutto con solo 6 mesi di terapia.

In dettaglio, questa la conclusione di una ricerca dell’Università di Creta, diretta dal professor Emmanouil Galanakis e pubblicata su “Archives of Diseas of Childhood”.

Il team del professor Galanakis ha messo sotto osservazione mille bambini, tutti vaccinati per circa 6 mesi. Tramite una prima analisi, gli studiosi hanno diviso i piccoli in tre grandi gruppi,
in base al cibo. Il primo gruppo consumava solo latte materno con regolarità, ed era il più ristretto, solo 91 membri. Il secondo gruppo consumava invece un alimentazione mista:
latte materno in tandem con latte in polvere. Il terzo gruppo, infine, veniva nutrito solo con latte artificiale.

Tutti i piccoli volontari, sono stati seguiti per circa 1 anno, durante i quali si è tenuto conto delle  malattie: tra le più comuni, otiti, raffreddori o mughetto.

Tale monitoraggio ha evidenziato come il primo gruppo (i bambini nutriti con latte materno in maniera regolare) fossero più protetti dei colleghi, con problemi di salute di minore durata
e minore intensità.

Per il professor Galanakis, l’effetto scudo è merito delle sostanze passate da madre a figlio. Inoltre, tale risultato è l’ennesima buona ragione per promuovere l’allattamento al
seno.

FONTE: Fani Ladomenou, Joanna Moschandreas, Anthony Kafatos, Yiannis Tselentis, Emmanouil Galanakis, “Protective effect of exclusive breastfeeding against infections during infancy: a
prospective study”, Arch Dis Child doi:10.1136/adc.2009.169912

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento