Guardare il cibo aiuta a rispettare la dieta

Guardare il cibo aiuta a rispettare la dieta

Nel campo dell’alimentazione, la vista è importante. Così, quando si segue una dieta conviene concentrarsi sul cibo nel piatto: in questo modo si gusta meglio la pietanza, si
controlla l’appetito e si rischiano meno deviazioni dalla tabella di marcia.

Così conclude una ricerca dell’Università di Birmingham (Gran Bretagna), diretta da Jessica Donohoe e pubblicata su “Appetite”.

Il lavoro si è basato su test condotti su 30 volontarie: età media 20 anni, professione studentesse universitarie e normopeso. Le giovani sono state divise in tre gruppi, che
hanno consumato pranzo e spuntino, presso i laboratori universitari, in modi diversi.

Il primo gruppo (“Concentrate sul cibo”) ha consumato il pranzo ascoltando una voce che le invitava a prestare attenzione alle caratteristiche degli alimenti (es: aspetto e gusto) alla loro
provenienza ed altri aspetti, come la velocità di masticazione. Il secondo gruppo doveva leggere durante il pranzo un articolo legato al cibo. Infine, il terzo gruppo doveva solo
mangiare, senza altre occupazioni.

Va infine notato come il pasto fosse fisso (uguale per tutti), mentre lo spuntino pomeridiano consisteva in dosi a piacere di biscotti.

Osservando l’andamento della prova, si è notato come il primo gruppo aveva mangiato una dose di biscotti nettamente inferiore a quella degli altri due.

Secondo la capo-ricercatrice, tale risultato mostra come i segnali visivi siano ancore di sicurezza importanti, in quanto aiutano a misurare quanto mangiato ed ad evitare così gli
eccessi. Sopratutto quando si devono rispettare limiti imposti dalla dieta.

FONTE: Suzanne Higgs, Jessica E. Donohoe “Focusing on food during lunch enhances lunch memory and decreases later snack intake”, Appetite, Volume 57, Issue 1, August 2011, Pages 202-206,
doi:10.1016/j.appet.2011.04.016

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento