“Dimagrire senza bilancia”: La nuova dieta visiva della Dottoressa Makarovic

“Dimagrire senza bilancia”: La nuova dieta visiva della Dottoressa Makarovic

Per seguire una dieta è proprio necessario usare la bilancia e controllare la quantità di tutto ciò che mangiamo? Non è
così per Maria Makarovic, che ha presentato a Milano il suo ultimo libro appena pubblicato “Dimagrire senza bilancia”, Mondadori Editore, il decimo
di una collana dedicata alla salute e alla cura del corpo, fra cui sempre di Mondadori “Più sane più snelle” (2007) e “Più forti più magri” (2007).

Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Milano e specializzata in Scienza dell’alimentazione con indirizzo dietologico e dietoterapico, la Dottoressa Makarovic collabora
con settimanali e menisili a carattere scientifico e divulgativo, segue pazienti con problemi di sovrappeso ed estetici ed è docente presso l’Academy School of Practical Aesthetic Medicine
(ASPEM).

“Sempre più spesso mi viene chiesto da alcune e alcuni dei mie pazienti che vogliono perdere qualche chilo di poter fare una dieta senza dover pesare proprio nulla. Così ho
riflettuto su come fosse possibile semplificare le prescrizioni dietologiche per le persone che sono impegnate in una vita frenetica, condotta in genere fuori casa, con una pausa pranzo spesso
ritagliata con fatica agli impegni di lavoro, ma che desiderano comunque nutrirsi in modo appropriato tenendo sotto controllo il proprio peso.

Una rosetta di pane, per esempio, equivale a 50 grammi e a 135 calorie, un cucchiaio di olio invece pesa 10 grammi, che corrispondono a 90 calorie, mentre un piatto colmo fino al bordo di
verdura cruda comporta solo poche calorie. A volte si mette su peso solo per “disinformazione”, perché magari si è convinti che un piatto di pasta al pomodoro sia più
calorico di un trancio di pizza oppure che un pezzetto di formaggio (già pronto da mangiare) sia meno “pesante” di una bistecca (che invece deve essere cucinata). Ho fissato l’attenzione
su due elementi fondamentali, quantità e qualità, e ho provato a tradurli in immagini per rendere inutile l’utilizzo della bilancia. Ecco
così è nata la Dieta Visiva“.

Il libro propone due programmi studiati per perdere rispettivamente 3 chili in 21 giorni, con una dieta da 1300 calorie al giorno, e 1 chilo in 3 giorni, con un apporto al di sotto delle 1000
calorie. Seguendo la formula del “vedi ciò che mangi”, si impara a misurare gli alimenti a occhio, senza pesarli, grazie alle porzioni presentate nei piatti e già calibrate nella
dose corretta da assumere ogni giorno. Le diete sono illustrate giorno per giorno e suddivise tra colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena. All’interno di ogni tipologia di piatto – per
esempio, primo, secondo e contorno – si danno tre alternative, una comodità per seguire la dieta anche fuori casa e allo stesso tempo renderla più libera. Le pietanze proposte
possono essere consumate in modo interscambiabile e abbinate a piacere tra di loro, secondo i gusti e le proprie abitudini alimentari.

Mascia Maluta
per Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento