Gli agrumi riducono il rischio di ictus per le donne

Gli agrumi riducono il rischio di ictus per le donne

Frutti che amano le donne: se gli agrumi sono consumati regolarmente dalle donne, queste si dimostrano meno soggette all’ictus.

Questo il responso di una ricerca della Norwich Medical School – University of East Anglia, diretta dal dottor Aedin Cassidy e pubblicata su “Stroke”.

Gli studiosi hanno preso in esame i flavonoidi, antiossidanti presenti in diversi alimenti e ritenuti capaci di aiutare il corpo umano.

Per verificare il loro effetto, sono state selezionate 69.622 donne, che durante 14  anni hanno compilato questionari regolari su alimentazione e hanno subito controlli medici. L’incrocio
tra i dati così ottenuti ha mostrato come le donne che consumavano arance, pompelmi e derivati vedevano abbassarsi il rischio di ictus del 19%, con i flavonoidi capaci di ridurre
l’infiammazione e l’indebolimento delle arterie.

Al contrario, il consumo di altri cibi con flavonoidi non portava vantaggi significativi.

Commentando il lavoro svolto, il dottor Cassidy ha esortato le donne a consumare gli agrumi indicati non i succhi di frutta, poiché forniscono additivi e dosi di zucchero poco salutari.

Inoltre, conclude l’esperto, precedenti ricerche hanno mostrato come i flavonoidi degli agrumi riducano la probabilità di manifestare aumento di peso e sindrome metabolica.

FONTE: Aedín Cassidy et al., “Dietary Flavonoids and Risk of Stroke in Women”, Stroke. 2012; published online before print February 23 2012, doi:10.1161/STROKEAHA.111.637835

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento