Germania: Possibile divieto per l’impianto di colture Ogm nel Paese

Berlino – Il ministro dell’Ambiente tedesco, Sigmar Gabriel (Spd), ha appoggiato la decisione del ministero dell’Agricoltura di valutare un possibile divieto del mais Ogm Monsanto
‘Mon810’, l’unico ad essere autorizzato in Europa. “Contrariamente a quanto i ricercatori della Cdu vogliono far credere, nessun impiego dell”ingegneria genetica verde deve essere accettato a
qualsiasi costo”, ha detto il ministro, secondo quanto riporta l’agenzia stampa tedesca Dpa. Anche la protezione della popolazione e dell’ambiente, ha proseguito, ha una “importante
priorità”.

Questa settimana, il ministro dell’Agricoltura, Ilse Aigner, ha rivelato al quotidiano Berliner di voler rivedere il ‘Mon810’ per stabilire se è in linea con gli standard ambientali
tedeschi. “L’ingegneria genetica non ha portato ai cittadini benefici quantificabili”, ha detto la ministra al giornale. In un comunicato, l’Esecutivo nazionale di Verdi Ambiente e
Società (Vas) ha commentato che la Germania, dopo aver approvato la coltivazione di Ogm sul proprio territorio, sta “tornando sui propri passi”.

Secondo Simona Capogna, dell’Esecutivo, “per le multinazionali del biotech, che con l’aiuto della Commissione Europea, stanno cercando di combattere contro le clausole di salvaguardia dei paesi
europei, le cose si complicano ulteriormente”. La Francia, la Grecia, l’Ungheria e l’Austria, prosegue, “potrebbero aggiungersi, a breve, alla Germania”.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento