Friuli Venezia Giulia: Savino a Moretton, il debito della regione è un’amara realtà

Friuli Venezia Giulia: Savino a Moretton, il debito della regione è un’amara realtà

 

Trieste – Non posso purtroppo che ribadire quanto abbiamo detto e ridetto: su ogni cittadino del Friuli Venezia Giulia grava un pesante debito, ereditato dalla precedente
amministrazione, guidata da Riccardo Illy. La precisazione è dell’assessore regionale alle Finanze, Sandra Savino, a seguito delle affermazioni del capogruppo del PD in Consiglio
regionale, Gianfranco Moretton, secondo il quale tale debito sarebbe inesistente.

Il debito del Friuli Venezia Giulia a fine legislatura ammontava infatti a 1.657 milioni di euro, ovvero a circa 1.300 euro per cittadino – spiega l’assessore Savino, evidenziando che
tali cifre erano state peraltro confermate dallo stesso presidente Illy.

E che il debito ereditato sia una amara realtà – incalza Savino – è testimoniato proprio oggi dal quotidiano Il Sole 24 ore, il quale, citando un’analisi della Banca
d’Italia, parla di 2.917 milioni di euro complessivi di indebitamento tra Regione ed autonomie locali, pari a 2.405 euro per ogni abitante del Friuli Venezia Giulia.

Una cifra molto elevata, che vede la nostra regione al quinto posto in Italia nella classifica, non certo virtuosa, dell’indebitamento pro-capite, come il documento di Bankitalia
rileva.

Siamo prontamente intervenuti all’inizio della legislatura, in maniera forte, proprio perché questo debito c’era. E su questi aspetti non intendiamo abbassare la guardia. Per cui
ora è nostro impegno – conclude l’assessore – proseguire nell’azione avviata con l’assestamento di bilancio per la riduzione del deficit, senza peraltro precludere la crescita
della nostra regione, promuovendo fin dalla prossima manovra finanziaria puntuali investimenti e programmi di sviluppo. 

ARC/PPD

Leggi Anche
Scrivi un commento