Sì della commissione consiliare Toscana a pdl per ridurre il bollo alle fasce più disagiate

Toscana – «Come abbiamo già avuto modo di dire in più occasione, la riduzione differenziata della tassa automobilistica in base al reddito dei possessori non rientra
nelle competenze delle Regioni, quindi non si può fare», questo il commento dell’assessore al bilancio, Giuseppe Bertolucci, alla proposta di legge approvata oggi in commissione
bilancio del Consiglio regionale.

«Capisco le motivazioni che hanno spinto i membri della Commissione – prosegue l’assessore – a votare tale proposta per escludere nel 2008 le fasce del disagio sociale dall’aumento del 10
per cento del bollo auto. Condivido anche la necessità di sostenere queste persone meno fortunate, ma questo può e deve avvenire attraverso altri provvedimenti di politica
sociale, come abbiamo già fatto destinando parte delle maggiori entrate al fondo per i non autosufficienti e per altri interventi di carattere sociale. Relativamente alla proposta
avanzata – ribadisce Bertolucci – è impossibile attuarla perché le Regioni non possono differenziare gli aumenti della tassa sull’auto in base alla condizioni sociali del
proprietario. Le Regioni – conclude Bertolucci – possono invece decidere interventi di politica sociale per aiutare i più deboli, così come abbiamo fatto per favorire l’accesso
alla casa, agli affitti sociali a determinati servizi, fra cui il trasporto o per alcuni ticket sanitari».

Remo Fattorini

Leggi Anche
Scrivi un commento