Fritto Misto: ad Ascoli, dal 25 aprile al 1 maggio

Fritto Misto: ad Ascoli, dal 25 aprile al 1 maggio

Fritti di tutto il mondo, unitevi.

Ad Ascoli Piceno, dal 25 aprile al 1 maggio torna Fritto Misto, la manifestazione che offre il fritto nazionale insieme ai colleghi esteri, con qualche ospite speciale locale. Senza dimenticare
la sapienza degli addetti ai lavori, dallo chef professionista alla massaia cuoca per passione.

L’appuntamento è al locale Palafritto di Piazza Arringo, dove negli orari d’apertura (12.00-15.00; 18.00-22.30) maestri chef ed ingredienti selezionati metteranno nel piatto la frittura
nelle sue diverse incarnazioni.

Per cominciare, il buono d’Italia: le olive ed i cremini all’ascolana, lo gnocco fritto d’Emilia, gli arancini ed i cannoli di Sicilia, i panzerotti dalla Puglia, i Culurgiones della Sardegna.
E poi i Friscesu di Genova ed i Panzerotti di Borgoforte del Veneto, assieme alla paranza.

Poi, una serie di specialità estere. Da Ekaterimburg, vicino ai Monti Urali, una delegazione locale offrirà i Cheburecchi ed i Chak Chak.

I colleghi di Spagna cucineranno i fritti della Catalogna, quelli della Polonia i packi, mentre i britannici punteranno sul fish&chip. Infine, ulteriore presenza asiatica con la tempura,
cucinata dall’Istituto Italcook di Jesi.

Infine, il vino. Una squadra di esperti, dell’Enoteca delle Marche, del Consorzio Vini Piceni e l’Istituto Marchigiano di Tutela Vini, proporranno i vini della regione, legati in abbinamento ai
piatti.

Fritto Misto nasce dall’azione di Tuber Communications e Sedicieventi, con il patrocinio del Comune e delle Provincia di Ascoli Piceno e della Regione Marche e con la collaborazione delle
numerose associazioni di categoria del territorio.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI:

www.frittomistoallitaliana.it

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento