Firenze: la 'Giornata della cultura che nutre'

Firenze, 12 Ottobre 2007 – Arriva anche in Toscana la ‘Giornata nazionale delle cultura che nutre’, una manifestazione itinerante nata con l’obiettivo di divulgare la cultura della
corretta alimentazione attraverso la valorizzazione delle tradizioni gastronomiche italiane.

L’appuntamento è per domani, sabato 13, a Firenze, in piazza Santissima Annunziata con inizio alle ore 10. La giornata, promossa dal ministero delle politiche agricole, alimentari e
forestali e dalla Regione, e realizzate da Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo e alimentare), è articolata in un programma no stop di spettacoli, giochi e laboratori la
cui finalità è quella di sensibilizzare o bambini e le loro famiglie sui temi della sana alimentazione e di diffondere la conoscenza della genuinità dei prodotti
agroalimentari del nostro Paese.
«Conoscere ciò che mangiamo è necessario per valorizzare e difendere la nostra identità e migliorare i nostri stili di vita», ha detto l’assessore regionale
all’agricoltura Susanna Cenni, presentando questa iniziativa. «Attraverso strumenti come i giochi, le animazioni e gli spettacoli – ha aggiunto – questa giornata si incarica di
trasmettere in maniera divertente un messaggio importantissimo e di farlo soprattutto con i bambini di oggi, protagonisti del mondo di domani. E’ un modo di fare educazione alimentare ma con i
colori della festa».
I temi dell’alimentazione – ha poi proseguito – sono centrali in una regione come la nostra che ha messo alla base delle sue scelte in ambito agroalimentare la ricerca della qualità e la
valorizzazione delle identità territoriali. Siamo la regione che ha numeri tra i più alti di prodotti certificati, (19 tra Dop e Igp e 46 Doc, Docg per vini) di alimenti censiti
nell’elenco dei tipici (sono 451), siamo leader nel biologico e, a proposito di bambini, abbiamo da 5 anni una legge che sostiene l’introduzione di prodotti biologici, ottenuti da agricoltura
integrata, tradizionali e tipici nelle mense. Ma tutta questa attività ha bisogno di essere valorizzata e sostenuta dalla presenza di cittadini-consumatori sempre più
informati”.
La Giornata della cultura che nutre ha come protagonisti, quest’anno, i cinque sensi e ad essi sono ispirate le performance di artisti e i laboratori dedicati a grandi e piccini. Presso gli
stand della manifestazione saranno disponibili alcuni materiali promozionali che verranno distribuiti ai partecipanti: depliant informativi, gadget, e libri-gioco.

Massimo Orlandi

Leggi Anche
Scrivi un commento