Escherichia coli, Batterio Killer nei vegetali: i consigli dell’Ordine dei Tecnologi Alimentari

Escherichia coli, Batterio Killer nei vegetali: i consigli dell’Ordine dei Tecnologi Alimentari

La Sicurezza Alimentare è sempre più a rischio. Newsfood.com affronta il problema  chiedendo un aiuto agli esperti che tutelano la nostra salute in affiancamento alle
aziende agroalimentari, nell’applicazione ed il rispetto della Normativa Italiana ed Europea: il Consiglio Nazionale dei Tecnologi Alimentari il cui Presidente è Giovanni Carlo Criscuoli
ed il responsabile della comunicazione è Massimo Artorige Giubilesi
.

Milano 28 maggio 2011
Ordine dei Tecnologi Alimentari:

Cos’è l’Escherichia coli?
L’Escherichia coli è un batterio che si trova abitualmente nell’intestino degli animali selvatici e domestici, compresi quelli che vivono allevati e da qui può essere disperso
nell’ambiente attraverso la concimazione dei campi provocando la contaminazione del terreno, dell’acqua e quindi degli alimenti.
Alcuni ceppi invece, come ad esempio l’Escherichia coli 0 104, per scambio di materiale genetico con altri batteri, acquisiscono la capacità di produrre nell’intestino una potente tossina
chiamata Vero-citotossina (Vtec) che provoca diarrea emorragica che si risolve da sola nel giro di 4-6 giorni, senza febbre ma con forti dolori addominali che la confondono con i sintomi
dell’appendicite.
In altri casi, come quelli accaduti soprattutto in Germania (10 morti e oltre 150 casi), ma anche in Olanda, Svezia, Danimarca, Belgio, Austria, Regno Unito, Repubblica Ceca, la tossina passa nel
sangue provocando anemia e insufficienza renale acuta con la “sindrome emolitico uremica” (in sigla SEU o HUS), una forma patologica che spesso richiede la dialisi.
In Italia non sono stati riscontrati ad oggi casi di contaminazione di ortaggi da Escherichia coli O 104, né tantomeno ricoveri per sospetta infezione/intossicazione alimentare con questi
sintomi, anche se il sistema sanitario è stato messo subito in allerta.
I fatti recenti presentano alcune anomalie: la patologia di solito colpisce i bambini, mentre in questo caso l’80% dei ricoveri riguarda gli adulti, inoltre la sindrome di solito registra pochi
casi all’anno, mentre il numero è cresciuto in modo elevato in pochi giorni in tutta Europa.
Il sistema di allerta rapido europeo (RASFF) il 27 Maggio ha indicato come causa i cetrioli provenienti dalla Spagna, i sospetti delle autorità sanitarie tedesche sono focalizzati su
cetrioli, pomodori e insalate  provenienti dalla Spagna.
Le autorità  sanitarie iberiche non dichiarano ricoveri, ma hanno chiuso due grandi aziende agricole e consigliano una certa prudenza sul consumo di frutta e verdura in genere se non
ben lavate e igienizzate.

Come avviene la contaminazione degli alimenti?
La contaminazione degli alimenti di solito è di tipo primario, cioè all’origine della filiera alimentare: la carne nei macelli, quando gli animali vengono eviscerati e non vengono
rispettate severe regole igieniche oppure quando accadono contaminazioni crociate sporco-pulito.
Il latte in stalla, quando gli animali vengono allevati in condizioni igieniche precarie, la mungitura prevede una scarsa igiene delle mammelle e/o delle attrezzature oppure quando accadono
contaminazioni crociate sporco-pulito.
I prodotti ortofrutticoli sul campo o in serra con l’acqua di irrigazione o con il letame bovino-suino usate per la concimazione.
 Esistono anche possibilità che gli alimenti si contaminino in cucina (ristorante, casa) attraverso superfici, utensili sporchi o con il contatto con altri alimenti ancora da lavorare
(es: pelle del pollo, altri vegetali sporchi).

Come prevenire il rischio alimentare e come curare la malattia se si manifesta?
Il batterio è molto sensibile al calore quindi la cottura del cibo a 70°C per 2 minuti “al cuore del prodotto” permette di distruggerlo, regola che garantisce la ragionevole sicurezza
per qualsiasi prodotto di origine vegetale o animale.
Che fare per i prodotti da consumarsi crudi? Frutta e verdura lavate e igienizzate con prodotti specifici a base di cloro/acido lattico/ acido acetico, latte crudo bollito, carni ben cotte, senza
trascurare una perfetta igiene delle mani e delle superfici di contatto alimentare (tavoli da lavoro, taglieri, coltelli, utensili) a casa e al ristorante.
Purtroppo non c’è una cura specifica, la terapia antibiotica non è efficace: meglio usare terapie di supporto come la reidratazione forzata, l’uso di fermenti lattici con vitamine e
la dialisi nei casi gravi per limitare il danno renale.

Ordine Nazionale dei Tecnologi Alimentari

Newsfood.com

Cosa dice Google News
30 maggio ore 18,52
La psicosi del batterio killer penalizza l’Italia

RaiNews24 – 1 ora fa
Lo dice la Coldiretti regionale sulla vicenda del batterio killer del cetriolo che sta provocando “gravi danni economici” anche al comparto ortofrutticolo …
Batterio Killer: in Italia sequestrati 7q di centrioli‎ – Il Quotidiano Italiano
Batterio killer/ E.coli,ospite scorbutico ma indispensabile-scheda‎ – Virgilio
Cetrioli killer, dieci vittime in Germania I Nas ne sequestrano …‎ – Il Messaggero
il Giornale – Bergamosera
tutte le 304 notizie »

Informazione libera net1news
Il batterio killer fa 13 morti in Germania, primi casi Francia

TM News – 45 minuti fa
(TMNews) – Il batterio Ehec continua ad uccidere: in Germania il bilancio è salito questo pomeriggio a 13 morti, scrive il quotidiano Die Welt.

TM News
Batterio Killer, nessun allarme in Italia

La Repubblica – 5 minuti fa
E’ quanto emerge da una indagine Coldiretti/Swg divulgata in riferimento all’epidemia del batterio E.coli provocata in Europa dal consumo di cetrioli …
BATTERIO KILLER: FEDERCONSUMATORI, CITTADINI PIU’ INFORMATI

AGI – Agenzia Giornalistica Italia – 4 ore fa
… Superiore di Sanita’ dica al piu’ presto, e con certezza e con nettezza, se il batterio killer si annida in superficie ai prodotti o al loro interno. …
GERMANIA: FEDERCONSUMATORI, BENE VERIFICHE SU BATTERIO MA ISS …‎ – Agenzia di Stampa Asca
tutte le 5 notizie »
Batterio Killer/ Bassa Sassonia: il peggio deve ancora venire

Virgilio – 7 ore fa
(TMNews) – La diffusione del batterio killer e.coli, che in Germania ha provocato dieci vittime, non ha ancora raggiunto il suo apice. …
Batterio killer: Pallottini, al Car cetrioli sicuri

ANSA.it – 25 minuti fa
(ANSA) – ROMA, 30 MAG – Non c’e’ rischio di contaminazioni nei cetrioli in vendita nel Centro Agroalimentare Roma (Car) secondo i riscontri documentali …
Batterio killer/Riunione esperti a Berlino, speranza in anticorpo

TM News – 9 ore fa
(TMNews) – E’ in programma oggi a Berlino una riunione di esperti e politici per discutere degli ultimi terribili sviluppi del batterio killer e.coli …

TM News
BATTERIO KILLER: VERRASCINA, NON MINIMIZZARE MA NEANCHE ALLARME

AGI – Agenzia Giornalistica Italia – 6 ore fa
Ricordo che non sono stati riscontrati in Italia casi di cetriolo infettati dal batterio escherichia coli e la psicosi che si va diffondendo per ogni genere …
BATTERIO KILLER: CIA, SICURE LE NOSTRE PRODUZIONI DI VERDURE

AGI – Agenzia Giornalistica Italia – 4 ore fa
(AGI) – Roma, 30 mag. – Le nostre produzioni di verdure e ortaggi sono sicure e sono facilmente identificabili dall’etichettatura d’origine che …
Batterio killer/ Cia, sicure le nostre produzioni di verdure‎ – Libero News
tutte le 5 notizie »
GERMANIA: DI NARDO (IDV), FAZIO RIFERISCA IN AULA SU BATTERIO KILLER

Agenzia di Stampa Asca – 5 ore fa
(ASCA) – Roma, 30 mag – ”Non intendiamo fare allarmismo sul batterio killer riscontrato negli ortaggi provenienti dalla Spagna, ma Fazio, in qualita’ di …

Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento