Double Down: panino o “Orrore alimentare”?

Double Down: panino o “Orrore alimentare”?

Un panino fuori misura non può passare inosservato, sia ai golosi che ai nutrizionisti.

Dai progettisti della KFC è arrivato Double Down due fette di bacon e formaggio infilate tra due pezzi di pollo fritto, che svolgono il ruolo tradizionale per pane. Per ammissione dei
suoi creatori, la ricetta del panino ha 520 calorie e 32 grammi di grasso.

Tale prodotto è già presente negli USA ed in Canada e, visto i buoni risultati, si prepara a sbarcare in Australia e Nuova Zelanda.

Se però i consumatori hanno reagito bene, lo stesso non si può dire di medici ed organizzazione salutiste: per loro, Double Down è un bersaglio prioritario.

Fight for Obesity ha già bollato il panino come ricetta per l’obesità, avvertendo come “Se sarà pubblicizzato, le persone cui si rivolgeranno gli spot saranno quelle
più a rischio obesità. Abbiamo bisogno di iniziare a pensare di proteggere le persone vulnerabili e a porre delle limitazioni”.

Più decisa la dottoressa Rosemary Stanton, medico specializzato in alimentazione. La dottoressa Stanton ha soprannominato il panino “Orrore alimentare”, ricordando poi la già
difficile situazione dell’Australia. Il Paese è infatti alla prese con obesità epidemica, in grado di colpire il 75% degli uomini ed più del 50%: perciò, la bomba
calorica USA peggiorerebbe un quadro già negativo. Per essere ancora più chiari, ” Non abbiamo bisogno di altre cose del genere. E’ orribile”.

Il messaggio è condiviso dalla collega Susie Burrell, che mette in chiaro come per smaltire il piatto sarebbe necessaria almeno un’ora di attività fisica. Cosa non molto diffusa
in un Paese di obesi e sovrappeso.

Senza volersi schierare pro o contro, è giusto ricordare come Double Down sia solo l’ultimo arrivato nell’elenco dei grossi calibri da fast food.

Sempre di KFC, la lista offre Colonel, 1939 kilojoule, 22,3 grammi di grasso e 1.681 milligrammi di sodio per ogni porzione, o Zinger Burger, 2515 kilojoule, 35,7 grammi di grasso e 2058
milligrammi di sodio. I rivali di McDonald’s rispondono con Big Mac: 2060 kilojoule e 26,9 grammi di grasso per porzione.

FONTE: “KFC’s gut-busting burger hits Australia”, The West Australian, 29/03/011

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento