FREE REAL TIME DAILY NEWS

Diventare centenari? E’ merito dei geni

Diventare centenari? E’ merito dei geni

By Redazione

Il segreto del vivere ha lungo è bene sta in alcune firme genetiche: saranno tali combinazioni di geni ha determinare la nostra longevità.

Lo sostiene una ricerca dell’Università Boston e del Polo scientifico del gruppo MultiMedica (di Milano), diretta da Paola Sebastiani, Thomas Perls ed Annibale Puca e pubblicata su
“Science”.

Gli studiosi hanno esaminato più di 1000 ultracentenari, analizzando il loro organismo, per trovare il perché della loro lunga vita.

Essi hanno così portato alla luce 300.000 varianti geniche (SNPs) e 150 combinazioni che, se inserite in un modello di calcolo iterativo, determinano se il soggetto raggiungerà o
supererà i 100 anni, con una precisione del 80% circa. Messe assieme, tali varianti creano 19 firme genetiche, marchio di fabbrica dei super longevi con vantaggi come la resistenza alle
malattie cardiovascolari o all’Alzheimer.

Ed ogni firma è particolare. La firma C4 fa superare i 106 anni, mente C16 piazza la longevità tra 99 e 106, mentre C6 e C9 vanno dai 100 in poi.

In ogni caso, secondo i ricercatori, il loro lavoro ha due grandi sbocchi. In primis, come spiega Puca, “La medicina predittiva”, che permetterà di “Identificare i fattori genetici
protettivi per alcune malattie e quelli che, invece, aumentano il rischio”.

E poi, i centenari senza griffe. Durante il loro lavoro, Puca e colleghi si sono imbattuti in alcuni anziani che, pur senza firma genetica, mostravano una vita lunga e felice. Capire il
perché, di tale meccanismo, che sia un ambiente favorevole od ulteriori mutazioni genetiche, sarebbe un bel passo avanti.

Fonte: Paola Sebastiani, Nadia Solovieff, Annibale Puca, Stephen W. Hartley, Efthymia Melista, Stacy Andersen, Daniel A. Dworkis, Jemma B. Wilk, Richard H. Myers, Martin H. Steinberg,
Monty Montano, Clinton T. Baldwin, and Thomas T. Perls, “Genetic Signatures of Exceptional Longevity in Humans”, Science, July 1 2010 DOI:
10.1126/science.1190532

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: