Dieta vegetariana: umore migliore, stress ridotto

Dieta vegetariana: umore migliore, stress ridotto

Una dieta vegetariana dà umore migliore e meno momenti di stress rispetto ad una centrata pesantemente su carne e pesce.

Questo il verdetto di una ricerca della Benedictine University (sezione Dipartimento di Nutrizione) e dell’Arizona State University, diretta dalle dottoresse Bonnie Beeezhold e Carol Johnson e
pubblicata su “Nutrition Journal”.

Gli scienziati hanno iniziato selezionando 39 volontari, maschi e femmine maggiorenni e consumatori onnivori: verdure, ma anche carne e pesce. Tali soggetti sono strati divisi in tre gruppi.

Il primo gruppo ha continuato con la dieta in atto, mangiando pesce o carne almeno una volta al giorno. Il secondo ha seguito una dieta vegetariana con un’aggiunta di pesce, 4 volte a
settimana. Infine, il terzo gruppo ha seguito una dieta vegetariana “normale”, senza cioè alcun tipo di aggiunta.

Ogni dieta è durata due settimane, durante cui i volontari hanno subito due serie di esame. A livello fisico, gli scienziati hanno controllato i livelli di acidi grassi essenziali: gli
omega 3 EPA e DHA e gli omega 6 come l’acido arachidonico (AA). Inoltre, i volontari hanno compilato questionari relativi agli stati d’umore.

Mettendo assieme i dati, gli esperti hanno notato come la dieta vegetariana (terzo gruppo) avesse provocato livelli minori di acidi AA (primo e secondo gruppo). Invece, i consumatori di pesce e
verdure (secondo gruppo) mostravano i livelli più alti di EPA/DHA.

Tuttavia e secondo i ricercatori questo è il dato più interessante, l’umore migliore ed il livello minore di stress è stato riscontrato nel terzo gruppo (dieta vegetariana
stretta).

Questo perché, spiegano Beeezhold e Johnson, la dieta vegetariana unisce alti livelli di antiossidanti AA, forniti da frutta e verdura, con l’assenza di omega-6: risultato, lo stato
psicologico migliora ed il benessere mentale rimane elevato nel tempo.

FONTE: Beezhold BL and Johnston CS, “Restriction of meat, fish, and poultry in omnivores improves mood: a pilot randomized controlled trial”, Nutrition Journal 2012, 11:9 (14 February
2012)

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento