Costa Azzurra: l’Arte al Mercato della frutta di Nizza per festeggiare le sue nozze d’oro con Cuneo

Costa Azzurra: l’Arte al Mercato della frutta di Nizza per festeggiare le sue nozze d’oro con Cuneo
La restaurata Stazione Ferroviaria Sud di Nizza

La restaurata Stazione Ferroviaria Sud di Nizza

L’Arte sposa il Mercato della frutta di Nizza
Per festeggiare le sue nozze d’oro con Cuneo

Da cinquant’anni Cuneo è gemellata con Nizza.
Non c’è manifestazione grande o piccola, specie se si tratta di gastronomia o d’artigianato, in cui espositori cuneesi non calino sulla Costa Azzurra per ricordare anche l’atavico passato.
Orbene quest’anno i cinquanta anni di questa unione sarà, per la prima volta, accompagnato anche da una manifestazione artistica che parte  il 19 settembre da uno dei punti nevralgici di Nizza: il mercato ortofrutticolo Liberazione di Piazza de Gaulle, si protrarrà fino all’8 ottobre con esposizioni conferenze e piccoli spettacoli, tavole rotonde oltreché nel quartiere Liberazione in alcuni punti chiave della vita artistica della città.
Dopo Nizza, un’analogo evento avrà luogo in Italia, al mercato di Piazza Seminario di Cuneo, dal 17 ottobre al 9 novembre.

L’iniziativa ha richiesto un anno di “gestazione”.
E’ partita dal desiderio di due prestigiose associazioni culturali, la francese (e nizzarda) Del’Art e l’ italiana (cuneese) Art.Ur per rinsaldare i rapporti transfrontalieri tra le due città, sfruttando anche l’appello del UE.

Che la cosa ha colpito nel segno lo è stato dimostrato dalle 250 adesioni di artisti tra italiani e francesi che hanno, a suo tempo, risposto al bando di concorso che ha avuto per tema “I mercati pubblici”. Accompagna la rassegna un catalogo.
In sostanza s’intende con questi due importanti appuntamenti portare – da qui il MARKET ZONE-   nelle sue varie forme l’arte, al di fuori dei soliti canali, tra la gente comune. Perché l’ARTE  è un patrimonio di tutti, anche di chi non ha potuto approfondire le proprie conoscenze.
Tra i 250 partecipanti al bando la giuria ha scelto i lavori di interessanti artisti emergenti tra italiani e francesi: Luca Coppola, Riccardo Berrone, Federico Bovara, Paolo Borghino, Nicolas Boulard, Stefano Capodieci, Giovanna Zanghellini, Cristian Chironi, Joanna Fournier, Giulia Gallo,  Enrico Partengo, Cateruna Giuliani, Yannick Langlois, Joseline Ramirez, Alberto Scodro, Cyril Verde e Rafael Wol. Si va dagli artisti plastici, ai disegnatori, agli architetti, ai grafici, agli urbanisti.

La domanda che da più parti si pone è: come mai la scelta del mercato della frutta e verdura?
E’ presto detto: è tra le bancherelle che si svolge buona parte della vita; dagli incontri ai consumi, dal ricevimento e distribuzione della merce; dalle tendenze, dalle necessità dei cittadini, da quello che l’artista recepisce e che riesce, coi suoi lavori, a trasmettere.
Intanto nel quadro delle iniziative di Market Zone di Piazza de Gaulle viene posto il problema di trasformare il grande parcheggio dietro la restaurata stazione ferroviaria del Sud, divenuta biblioteca,  in un giardino pubblico con area giochi, piccoli orti, mini fattoria urbana e altro che  potrebbero essere inseriti coll’attiguo Mercato di Liberazione.
Proposta che verrà illustrata sul posto il 20 settembre dalle 10 alle 19.
E’ anche questo un modo per rendere più incisiva una bella manifestazione che per 18 giorni interesserà i nizzardi, prima di passare alla Piazza Seminario di Cuneo.

Bruno Breschi
Corrispondente da Nizza
Newsfood.com

In foto:
la Piazza de Gaulle di Nizza e  la restaurata Stazione Ferroviaria Sud di Nizza

Leggi Anche
Scrivi un commento