Nutrimento & nutriMENTE

CONVEGNO: Il ruolo del Credito Cooperativo nell'economia locale

By Redazione

«Il ruolo del Credito Cooperativo nell’economia locale», questo il titolo del convegno che si terrà al Castello di Somma Lombardo, domenica 28 ottobre, nel pomeriggio alle
ore 15, alessandro Azzi, presidente nazionale del Credito Cooperativo, è l’ospite d’onore sul palcoscenico dei relatori, assieme a lui saranno presenti Lorenzo Ornaghi, rettore
dell’Univerità cattolica del Sacro Cuore, il Cardinal Ersilo Tonini, Mario Mantovani, Eurodeputato, Raffaele Cattaneo, Assessore alle infrastrutture e mobilità della Regione
Lombardia, Guido Pietro Colombo, sindaco di Somma Lombardo, Lidio Clementi, presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, organizzatore del convegno, Paolo Innocenti, direttore generale
della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate e Ignazio Parriinello, vice presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, coordinerà il dibattito Enrico Castelli, giornalista del Tg1 in
Rai.

Il convegno vuole essere una presentazione delle Bcc, della loro storia, del ruolo che svolgono, attraverso un approfondimento delle tematiche del cristianesimo sociale, che ha preso le mosse
dall’enciclica papale di Leone XIII che, nel 1891, con la sua “Rerum novarum” gettò le basi per la moderna dottrina sociale cristiana e per quel movimento di cui le Bcc sono
orgogliosamente figlie.

Punto d’approdo del convegno, come detto, sarà l’intervista pubblica ad Alessandro Azzi, 57 anni, originario di Montichiari (Brescia), avvocato, membro, tra l’altro, della Camera di
Commercio di Brescia e del Comitato Esecutivo dell’Associazione Bancaria Italiana, Azzi è anche Presidente della Banca di Credito Cooperativo “del Garda” di Montichiari (Brescia) e
Presidente della Federazione Lombarda delle Banche di Credito Cooperativo. Ma, soprattutto, ormai da sei mandati consecutivi (l’ultima elezione è del novembre 2006), Alessando Azzi
è il presidente di Federcasse, cioè la Federazione italiana delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali, che rappresenta le 446 Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali
italiane, presenti in 96 province e 2.298 comuni, con 3.332 sportelli (pari al 10,9 % dell’intero sistema bancario nazionale). Con Azzi si parlerà del percorso di grande sviluppo che
negli ultimi anni ha visto le Banche di Credito Cooperativo conseguire performance di crescita superiori a quelle del resto del sistema bancario. Ma verrà sicuramente messo l’accento
anche sul grande “patrimonio di reputazione” che il Credito Cooperativo ha conseguito nel corso degli anni, creando un “sistema a rete” solido ed efficiente e diventando un vero partner per le
piccole e medie imprese.

Il convegno è stato organizzato nell’ambitro dei festeggiamenti per l’apertura della filiale di Somma Lombardo della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, che con questo nuovo sportello
unisce le due anime della banca: i territori dell’Altomilanese e del Varesotto. Storia e valori, quindi, attraverso testimonianze “laiche” di chi il nostro territorio lo vive e lo governa
giorno dopo giorno, per focalizzare il ruolo delle Bcc e in particolare della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate e per scoprire cosa e quanto è possibile fare per sostenere sempre al
meglio la crescita sociale ed economica dell’Altomilanese e del Varesotto. “Insomma, un momento per fare il punto su di noi e sul nostro ruolo, senza parlarci addosso, senza celebrazioni, ma
con la coscienza di avere un compito importante da svolgere: essere la banca locale del territorio, punto di riferimento per i nostri soci, i clienti, le famiglie e le aziende di una vasta
area, che si irradia dalla linea, finalmente unita, che collega l’Altomilanese a tutto il Varesotto”, spiega Lidio Clementi, presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: