Ciampino, Marrazzo: «Rispetto dei cittadini e nuovo modello aeroportuale regionale»

Roma, 13 Ottobre 2007 – «La decisione del Tar è di straordinaria importanza, le ragioni che hanno portato al provvedimento dell’Enac sul taglio del 30% nel numero di voli
che interessano l’aeroporto Pastine di Ciampino hanno trovato fin dall’inizio il sostegno del Ministero e di tutti gli enti locali» lo ha detto il presidente della Regione Lazio Piero
Marrazzo a proposito della decisione del Tar del Lazio.

«Una prova della sensibilità delle istituzioni nei confronti delle richieste che provengono dai cittadini. La Regione Lazio – ha aggiunto Marrazzo – è in prima fila nel
tutelare la centralità del diritto alla salute e l’aspirazione di ogni persona ad una migliore qualità della vita».

«Le scelte sul futuro di Ciampino – ha aggiunto il Presidente della Regione – non devono certamente essere interpretate come punitive nei confronti di Ryanair e di altre compagnie che
operano sullo scalo, delle quali la Regione riconosce il ruolo strategico nello sviluppo del settore turistico. Anzi, proprio questa Giunta – ha ricordato Marrazzo – è impegnata nella
definizione di un moderno sistema aeroportuale regionale che intende governare le tumultuose dinamiche di crescita del settore e costruire nuove opportunità di investimento».

Il Lazio si candida «a rappresentare, ancora una volta per vocazione territoriale, una vera e propria Regione del volo, realizzando nuovi scali che rispondano a determinate
caratteristiche infrastrutturali. E che scommettano su un sistema integrato di gestione degli aeroporti che eviti controproducenti conflittualita’ tra scali. Ma sempre nel rispetto e nel
confronto con i cittadini e gli enti locali».

Leggi Anche
Scrivi un commento