Chi dorme troppo rischia l’Alzheimer

Chi dorme troppo rischia l’Alzheimer

Esagerare con il sonno, sia quello notturno che la siesta giornaliera, può essere dannoso per la salute. In particolare, per gli anziani, superare le 8 ore totali può aumentare le
possibilità di Alzheimer.

Questo è il messaggio di uno studio dell’Ospedale universitario di Madrid, pubblicato dal “European Journal of Neurology”.

I ricercatori hanno lavorato con 3.286 volontari dai 65 anni in su, analizzando le loro abitudini di vita, con particolare attenzione alle ore di sonno giornaliere. Alla fine di un periodo di
studio di 3 anni, 140 soggetti avevano sviluppato demenza senile. Comparando i dati, i medici si sono accorti come coloro che superavano le 8 ore standard di riposo correvano un rischio doppio
rispetto ai compagni più arzilli.

Gli scienziati iberici ritengono come l’eccesso di sonno potrebbe essere sia causa che effetto delle malattie neurodegenerative. Spiega la ricercatrice capo, la dottoressa Susan Sorensen:
“Abbiamo rilevato una forte associazione fra questi due elementi, anche se la spiegazione non è ancora chiara. Eppure, un sonno eccessivo e l’abitudine di dormire nel pomeriggio sembrano
amplificare di molto il pericolo di insorgenza dell’Alzheimer nei successivi tre anni di vita. Ma potrebbe anche darsi che la necessità di riposo sia un segnale ‘incompreso’ di malattia,
che poi si sviluppa successivamente. C’è comunque bisogno di ulteriori approfondimenti, proprio perché solo un terzo dei malati riceve una diagnosi precoce e precisa”.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento