Catania: Chiude stasera OrientaMedia, il Salone degli studenti medi

 

Chiude nel tardo pomeriggio di oggi la manifestazione OrientaMedia, il primo salone di orientamento degli studenti delle medie di primo grado organizzato da Avantgarde e AdMaiora al
PalaLivatino di Acicastello. Anche oggi, nell’ultima giornata, gli stand sono stati visitati dagli studenti che devono scegliere il proprio istituto superiore o i percorsi di
formazione alternativa, come quelli degli enti professionali. Al salone si è parlato anche di questo grazie alla presenza di numerosi stand degli enti di formazione
professionale. Tra questi anche il Cefop, l’Efal, l’Eris, il Cnos Fap.

«Gli enti di formazione sono una valida alternativa – ha spiegato la professoressa Carrera del Cefop – in quanto permettono l’attivazione di percorsi che spingono verso il
mondo del lavoro più velocemente. Si tratta dei cosiddetti percorsi B destinati agli studenti tra i 14 e i 18 anni i quali possono iscriversi regolarmente negli istituti
superiori ma frequentare i nostri corsi al posto delle lezioni tradizionali. Dopo tre anni otterranno la qualifica nell’ambito di riferimento e potranno poi decidere se proseguire
altri due anni per raggiungere l’obiettivo del diploma. Nel frattempo, però, avranno già in mano competenze per un mestiere da poter spendere subito
all’interno del frastagliato mercato del lavoro».

Ma oltre che di offerta formativa, stamani ad OrientaMedia si è parlato di agroalimentare e agroindustria, fattori di rilancio e sviluppo del territorio siciliano. Grazie al
convegno organizzato dall’istituto Eredia e moderato dalla preside Scandura, è stato possibile aver maggior coscienza sulle potenzialità, anche economiche, dei
prodotti tipici siciliani. Vari esperti si sono confrontati ascoltando le proposte operative degli amministratori. (La Via non ha potuto partecipare in quanto bloccato in un altro
appuntamento). Tra i presenti anche l’assessore provinciale Francesco Ciampi che a fine mattinata è tornato tra gli stand per seguire da vicino sia gli studenti che i
genitori, tutti intenti ad acquisire maggiori informazioni sulle varie offerte formative.

«Un grande successo di partecipazione – spiega l’assessore Ciampi – segno che assieme agli organizzatori, la Provincia ha intercettato una domanda a cui dare risposta.
L’istruzione e la formazione sono di fondamentale importanza per il futuro delle giovani generazioni e anche noi abbiamo voluto fare la nostra parte». A supportare
OrientaMedia anche la Regione, il Comune di Catania, l’Ufficio Provinciale del Lavoro, l’Associazione dei Presidi e l’Associazione dei Genitori. Nei tre giorni della
manifestazione hanno partecipato circa 8000 studenti.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento