Carne di cavallo nel manzo, l’UE ordina test del DNA

Carne di cavallo nel manzo, l’UE ordina test del DNA

Test del DNA ai prodotti a base di carne, per verificarne l’esatta natura.

E’ quanto ha deciso l’Unione Europea, promotrice di tale operazione di controllo dopo lo scandalo britannico, con prodotti a base di manzo in realtà
contenenti carne di cavallo.

A spiegare i dettagli Tonio Borg, Commissario per la salute dei consumatori: i test
riguarderanno tutti i prodotti con carne di manzo come ingredienti ed inizieranno a marzo. Tale verifica inizierà a marzo con una prima fase di 30 giorni di controlli, i cui risultati
saranno disponibili ad inizio aprile.

Al momento, questa è solo la proposta della Commissione, seppur accettata dai ministri del consiglio straordinario. Venerdì, verrà poi presentata al Comitato sulla catena
alimentare: in caso di parere favorevole, la Commissione lo adotterà come raccomandazione.

Se l’Europa è in stallo, i singoli paesi si attivano.

In Norvegia, l’Autorità a sicurezza alimentare norvegese ha disposto il ritiro dagli scaffali dei prodotti surgelati della Findus, resa timorosa dal problema delle lasagne. Come spiegato dal comunicato, questi surgelati “Potrebbero contenere carne di cavallo sono stati esportati in
Norvegia. Tutte le principali catene di supermercati e la Findus hanno confermato all’autorità che i prodotti sono stati ritirati e non sono più sugli scaffali norvegesi”.

In Francia, azioni simili sono state messe in atto da varie catene di prodotti surgelati.

Infine, in Svizzera la Coop ha ammesso come un’analisi esterna delle lasagne surgelate e ritirate martedì dalla vendita ha trovato tracce di carne di cavallo. Come in Gran Bretagna, le
lasagne contaminate erano prodotte dalla Comigel: da parte sua, questa società già nei giorni scorsi si era dichiarata vittima e aveva annunciato l’intenzione di chiedere i danni
alla Spanghero (francese), che a sua volta aveva diffuso una nota in cui spiegava di non avere nulla a che fare con la
«trasformazione dei prodotti», e di aver sempre agito “Nel rispetto delle regole”.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento