Birra ed orto, una guida per due passioni

birra

La birra, una bevanda capace di passare da sorella povera del vino a protagonista della tavola.

L’agroalimentare a Km 0, amico del risparmio quanto dell’alimentazione raffinata e personalizzata.

Questi due prodotti diventano anche i primi attori de “Locali con orto amici della birra”, guida dedicata ai consumatori e presentata da Assobirra in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente del 5 giugno.

L’associazione, che riunisce il settore, dal microbirrificio familiare alla grande industria, ha arruolato l’esperto Marco Bolasco per creare una guida con i venti migliori locali italiani: dal ristorante raffinato all’osteria popolare, capaci di proporre boccali e qualità e piatti con ingredienti autoprodotti.

Criterio di base, il legame tra birra ed orto. Come spiega Bolasco, “Sono tanti gli aspetti che tengono insieme e incrociano questi due elementi: da un lato la birra, bevanda semplice e immediata, e dall’altra un nuovo rapporto con l’agricoltura di prossimità, che va ben oltre l’acquisto di ortaggi da filiera certa, produttori locali o mercati e ha portato molti ristoratori a lavorare direttamente il proprio piccolo pezzo di terra”.

Ecco allora la scelta dei migliori locali: in prima fila, Abruzzo e Lazio, tre segnalazioni a testa, mentre come città spicca Milano, unica con una doppia presenza. Ognuno degli esercizi indicati è descritto da scheda apposita: foto, riferimenti ed informazioni sul ristorante, doppia recensione, che tratta ambiente e proposte della cucina ed offre notizie sull’orto di prossimità.

La guida si chiude con una sorta di “offerta speciale”, i consigli di Bolasco sui migliori abbinamenti tra birra e prodotti dell’orto.

Matteo Clerici

Leggi Anche