Birra, così rende il barbecue più sano

Birra, così rende il barbecue più sano

Marinare la carne riduce i livelli di IPA, dannosi per la salute

Piacere Barbecue

Estate, tempo di grigliate, con la carne al primo posto tra la scelta dei possibili alimenti. Molto gusto, ma anche qualche rischio: quando la carne viene cotta sul fuoco genera idrocarburi policiclici aromatici (IPA). Tali sostanze, prodotte dalla combustione, favoriscono la comparsa di cancro al colon, mammella, prostata e pancreas.

Tuttavia, è possibile godere del barbecue di carne senza temere per la salute, semplicemente marinando il prodotto.

A dirlo, una ricerca dell’Università di Porto (Portogallo), diretta dalla professoressa Isabel Ferreira.

Gli scienziati hanno lavorato con bistecche di carne di maiale (circa 100 g l’una), sottoponendole a quattro diversi trattamenti, tutti della durata di 4 ore: marinatura in birra Pilsner (tasso alcolico 5.2%), in birra scura (tasso alcolico 5%) od in birra analcolica.

Dopodichè, le bistecche sono state analizzate. In generale, spiegano i ricercatori, la carne non marinata presentava livelli di IPA maggiori di quella marinata: in dettaglio, la birra scura si era mostrata più efficace, capace di ridurre i livelli di otto tra i maggiori ipa in maniera più netta rispetto alla carne non marinata.

Secondo la dottoressa Ferreira, la marinatura con birra può allora dirsi efficace, nonostante i perchè del meccanismo non siano ancora ben chiari: perciò, “Per quelli che non vogliono abbandonare il barbecue, inzuppare la carne nella birra può essere strategia difensiva”.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento