Biofesta: Appuntamento sul Lago di Garda

Biofesta: Appuntamento sul Lago di Garda

Polpenazze (Bs) – Sono i duri e puri del biologico, quelli che non si limitano a rispettare la legge, ma lavorano i campi con un rigore ancora maggiore e per quattro giorni si ritrovano in
uno degli angoli più belli del lago di Garda per parlare del rapporto tra alimentazione e cancro, gare di lumache, cene a base di ‘biospiedo’.

E’ la ‘Biofesta’ di Polpenazze del Garda (Brescia), giunta alla dodicesima edizione. E’ aperto anche il mercatino degli alimentari e dei prodotti artigianali, tutto rigorosamente bio.
  

La manifestazione è organizzata da ‘La buona terra’, associazione a cui aderiscono 190 aziende agricole e dall’associazione culturale ‘Naturalmente’.

“Il consumo di biologico – spiega Silvano Delai, presidente de ‘La Buona Terra’ – è in crescita continua. La crisi ha stimolato la ricerca di qualità e questo a noi produttori bio
ha fatto solo bene. Non é un caso se nel 2009, in Italia il consumo di biologico sia aumentato dell’8,7 %”.   

Delai ammette però che qualcosa deve cambiare tra coloro che hanno scelto vie diverse da quelle dei pesticidi e diserbanti. “Io ed altri – conferma – che ci consideriamo produttori
storici, riteniamo che i controlli debbano essere maggiori. Inoltre anche chi è in regola deve cercare d’essere ancora più bio di quanto prevede la legge. Talvolta infatti il
confine tra agricoltura biologica e convenzionale è bassissimo e limitarsi a rispettare quanto previsto dalla legge è poco”.   

Polpenazze è anche una piccola capitale del biologico gardesano: “Su 14 produttori d’olio e di vino – conferma – 7 hanno scelto il biologico. I risultati non mancano, l’olio di Polpenazze
è stato comprato anche da Mitterand”.  A Polpenazze domani ci saranno, tra l’altro: ‘Bio-aperitivo’, ‘Bio-spiedo’, corsa delle chiocciole per bambini e laboratori del gusto
organizzati da Slow Food, incontri con i Gruppi d’acquisto solidale, il mercatino biologico e un convegno sull’alimentazione anticancro.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento