Aziende agricole venete – Credito agevolato e sburocratizzazione contro la crisi

Aziende agricole venete – Credito agevolato e sburocratizzazione contro la crisi

Venezia – “Ci sono leggi importanti che magari passano sotto silenzio: è il caso di quella approvata ieri dal Consiglio Regionale, che ringrazio, relativa all’attivazione di una serie di
misure per dare al nostro sistema agricolo e ai nostri imprenditori del settore un supporto concreto nell’affrontare l’attuale situazione di crisi”.

Lo ha affermato il vicepresidente della Giunta regionale Franco Manzato ricordando “L’impegno mio personale e della Giunta a dare le risposte concrete delle quali la comunità ha bisogno,
sollecitate dagli stessi protagonisti”.

La nuova legge, esito di un disegno legislativo della Giunta dell’aprile scorso, punta a raggiungere due obiettivi: favorire la liquidità delle aziende agricole e il loro accesso al
credito; eliminare il più possibile la burocrazia che in molti casi rappresenta di fatto un onere aggiuntivo e un vincolo per il settore, “il cui impegno primario è la produzione
agricola, non cartacea”.

La dotazione finanziaria ammonta complessivamente a 6 milioni 700 mila euro. Per agevolare il credito, il provvedimento prevede che la Giunta regionale possa intervenire con un contributo pari
al cento per cento degli interessi dovuti dall’impresa fino ad un massimo di 2.500 euro.

Per le aziende agricole, singole o associate e classificate micro, piccole e medie, è stato inoltre stabilito un sistema di consolidamento delle cosiddette passività onerose, in
pratica dei debiti creditizi. Saranno inoltre definiti accordi con l’Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo e alimentare) per dare garanzie in base all’accordo “Basilea 2”.

Quanto alla burocrazia, vengono accelerate le procedure di competenza degli enti locali che le aziende agricole inoltreranno tramite i CAA (Centri di Assistenza Agricola) ed è stata
modificata la legge che istituisce AVEPA prevede la creazione di un albo ufficiale delle comunicazioni alle aziende agricole beneficiarie degli aiuti previsti dalle varie norme regionali,
statali e comunitarie.

Leggi Anche
Scrivi un commento