Assobiotech, si è costituito il Tavolo di coordinamento dei Parchi scientifici e tecnologici biotech

 

Si è costituito in Assobiotec un Tavolo di coordinamento dei Parchi scientifici e tecnologici con attività nelle biotecnologie.

L’obiettivo: costruire un network dei cluster biotech in Italia per aumentare la visibilità internazionale e, nel medio periodo, migliorare la capacità attrattiva
territoriale e di investimenti. In una parola: la competitività. “I Parchi scientifici e tecnologici svolgono un ruolo sempre più importante nel processo di sviluppo
delle biotecnologie – dice Francesco Senatore, della Fondazione Toscana Life Sciences – soprattutto in una fase molto delicata come quella del “technology
transfer”, quando cioè i risultati della ricerca scientifica prendono la strada di una qualche applicabilità industriale.

La localizzazione presso un incubatore di impresa o all’interno di un parco scientifico è spesso l’unica opportunità di nascita e crescita per una
attività imprenditoriale nel settore biotech per una serie di motivi fra cui spiccano sicuramente la disponibilità di strumenti finanziari e la necessità di
confrontarsi con un mercato globale”.

In questo senso i Pst, al di là dell’offerta localizzativa, sono in grado di dare risposte concrete anche tramite l’attrazione del “seed financing”
necessario a sostenere le attività delle nuove imprese nei primi anni di vita e permettendo l’accesso fin dall’inizio a un network nazionale e internazionale di
operatori del settore. La prossima riunione del Tavolo di coordinamento dei Pst è in programma lunedì 9 febbraio.

Leggi Anche
Scrivi un commento