Amarcord da Rimini

Amarcord da Rimini

Si è chiusa da poco questa grande Fiera della alimentazione e, come tutte le fiere, in questo periodo grandi luci ma anche grandi ombre (spazi vuoti, meno espositori, ecc.).
Come del resto successo alla recente BIT Borsa Internazionale del Turismo di Milano che – soprattutto nel padiglione Italia – ha visto spazi vuoti ed un senso di scoramento dopo le rutilanze
degli anni passati.
Mi chiedo se queste kermesse del cibo e del turismo possano avere un futuro o siano in via di estinzione.
Certamente in queste fiere nascono contatti umani, si ritorna a casa con borse zeppe di opuscoli e si degustano novità.

Ma sia per gli espositori, sia per i visitatori le spese sono elevate ed i mezzi che oggi abbiamo a disposizione ( da Internet a teleconferenze, dalle email ai comunicati spediti in tempo reale,
e da una serie di nuovi mezzi comunicativi) possono essere sostitutivi di questi enormi e dispendiosi baracconi?

Forse non completamente ma certamente si dovrà tenere in considerazione che queste Fiere, o sono altamente specializzate e ben rappresentative di un segmento oppure, andranno a
scomparire.
Vedesi, ad esempio il Grande Vinitaly di Verona, fiera mondiale del Vino: a fronte di questo successo internazionale sono nate negli ultimi anni, e non solo in Italia, decine e decine di altre
manifestazioni fotocopie.
Troppe per tutti: espositori e visitatori.
Nel mio girovagare a Rimini segnalo per NEWSFOOD.com alcune novità enogastronomiche di buon livello

Saperi, sapori e profumi italiani pronti in pochi minuti

Vollì: un nuovissimo spumante( linea ho-re-ca).
Prodotto da Romandiola (gruppo Cevico) ecco le bollicine di Romagna che quest’anno affolleranno la Riviera romagnola, Prodotto in due versioni Extra Dry e Brut è uno spumante gradevole
(metodo charmat) richiamo di profumi floreali e maggenghi. Buono e dal costo contenuto.

Friultrota: trota a doppio filetto affumicata a caldo.
E’ una specie di “sandwich” di trota salmonata, affumicata a caldo, realizzato usando due filetti di grandi dimensioni (circa mezzo chilo) senza spine e la lenta affumicazione a caldo con fumo
naturale e la cottura a vapore rendono il filetto gradevolissimo e ottimale al taglio.

Le castagne del prete di Giliola Perrotta da Montella (AV).
Da una vecchia tradizione gastronomica attribuita ai preti irpini.
Castagne essicate, tostate e messe a bagno: con una lunga e attenta lavorazione artigianale si ottengono delle castagne profumatissime, morbide, dolci.

Le alici salinate della Chef Pronto Service
Ci voleva la crisi per riportare in auge questo pesce delizioso, gustoso ed a costi leggeri. Appena pescate congelate sotto vuoto e pronte dopo mezz’ora. Da tenere sempre nel congelatore, si
preparano piatti gustosi in tempi brevi.

Il patè di tonno ed arancia Campo d’Oro villa Reale
E’ nato dalla fusione di due eccellenti ingredienti principi della cucina tradizionale siciliana, questo innovativo patè ha un gusto delicatissimo con uno spiccato sentori di agrumi che si
stempera nella dolcezza del tonno del Mediterraneo. E’ la continuazione in modo moderno della tipica insalata di arance con acciughe e tonno. Da provare tassativamente.

Salsicce di suino grigliate e senza pelle Alcass
Novità assoluta e goduriosa, un pratico astuccio contenente quattro salsicce di suino grigliate, pronte in pochi minuti messe nel forno tradizionale e sulla griglia, gioia dei pic nic.
Autentico sapore di griglia, lista degli ingredienti spuria e priva di conservanti ed addittivi avendo il freddo come unico conservante.

Bauletti ripieni all’astice da Surgital
Un piccolo capolavoro da pasta fresca surgelata. Il ripieno è costituito dal 33% di astice canadese brasato in gran di pezzi a cui l’aggiunta di menta fresca aggiunge un tocco
rinfrescante. La originalità e la peculiarità di questa pasta è che ogni pezzo si differenzia uno dall’altro, conferendo tutte le caratteristiche del prodotto fatto a mano.
Noi di Newsfood li abbiamo degustati allo stand-ristorante Surgital e abbiamo consegnato voto dieci, presentati dallo chef con una leggera doratura di burro e due foglie di mentuccia.

Attilio Scotti
Redazione Newsfood.com+WebTv – info@newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento