Alimentare: Riunite a Trento 500 rappresentanti delle Confraternite Enogastronomiche

Trento – Cinquecento rappresentanti di Confraternite enogastronomiche sono in Trentino per discutere degli interventi tesi a salvaguardare “le eccellenze enogastronomiche europee
dalla appiattente globalizzazione agroalimentare”, nell’ambito del 6/o Congresso delle Confraternite enogastronomiche d’Europa a Levico Terme.

Nel pomeriggio hanno partecipato in costume e con i gonfaloni ad una cerimonia al Castello del Buonconsiglio di Trento, accolti dalla Confraternita della Vite e del Vino che compie i
suoi primi 50 anni, e poi sono sfilati per le vie del centro. Della salvaguardia delle specificità alimentari si è parlato in una tavola rotonda, con relatori il
presidente del Consiglio europeo delle confraternite (Ceuco) Carlos Martin Cosmel, il presidente della Provincia di Trento Lorenzo Dellai e l’assessore al Turismo Tiziano Mellarini.

E’ seguito il pranzo con le eccellenze europee scelte tra i prodotti da tutelare. Un mondo agli antipodi dell’alimentazione globalizzata con gli aciduli formaggi greci di pecora con
olive in salamoia abbinati ad acciughe portoghesi, salami fegatini padani, finnici di renna e di tricheco, sidri di mele inglesi, ostriche della Bretagna, formaggi francesi
dell’Acquitania, dolci baschi, formaggi di capra dell’Andalusia, vini della Valpolicella e piemontesi, produzioni del Trentino. Domani la conclusione.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento