Alessandria: Corso di Alta Formazione in Legislazione Alimentare

Alessandria: Corso di Alta Formazione in Legislazione Alimentare

Il Corso di Alta Formazione in Legislazione Alimentare è organizzato dall’Università degli Studi del Piemonte Orientale, Dipartimento di Giurisprudenza, Scienze Politiche,
Economiche e Sociali, nell’ambito dell’offerta formativa post-lauream di elevata specializzazione.

Le finalità del Corso sono:

  • fornire un quadro generale della legislazione alimentare U.E. e nazionale il più possibile dettagliato;
  • garantire l’aggiornamento tecnico-normativo dei partecipanti, anche grazie ad ulteriori iniziative collegate alla frequenza del Corso (come, ad esempio, il convegno che Lei ha frequentato
    il giorno 18/1);
  • offrire ai partecipanti un confronto interdisciplinare su tematiche verticali nei settori della sicurezza alimentare, dell’etichettatura degli alimenti, della qualità, delle tecniche
    del controllo ufficiale e dell’autocontrollo aziendale, nonché sulle problematiche di commercializzazione degli alimenti e delle bevande in Italia e nella U.E.;
  • garantire un proficuo confronto fra docenti ed allievi;
  • qualificare il curriculum vitae dei partecipanti sia a fini di carriera che di accesso al mondo del lavoro.

Gli obiettivi elencati vengono perseguiti attraverso diversi strumenti:

  • la selezione di docenti particolarmente qualificati e con una spiccata capacità didattica, che possano comunicare adeguatamente le proprie esperienze e la propria
    professionalità. A tal riguardo il corpo docenti del corso si compone volutamente di Professori, Ricercatori, Professionisti e Dirigenti Pubblici con formazioni e provenienze diverse,
    onde garantire il necessario tasso di interdisciplinarità connaturato al percorso formativo proposto;
  • l’offerta di strumenti tecnologici avanzati per poter fruire al meglio delle potenzialità formative del Corso, fra cui lo streaming on line per consentire la frequenza in diretta
    anche a persone che lavorino o vivano in località distanti dalla sede del Corso; lo streaming differito, per garantire a TUTTI i partecipanti la possibilità di rivedere le lezioni
    in momenti successivi da casa o in ufficio, non perdere lezioni per l’impossibilità occasionale di presenziare personalmente e focalizzare meglio alcuni concetti particolarmente
    complessi esposti durante le relazioni dai docenti;
  • un forum di discussione fra allievi e docenti che consenta a tutti i partecipanti di proporre riflessioni, quesiti e chiarimenti sui temi trattati, con il proattivo contributo di tutte le
    professionalità espresse dai partecipanti alle lezioni e con la supervisione del Direttore del Corso e dei Docenti medesimi.

Costi e modalità di iscrizione

I costi del corso sono contenuti. Al fine di garantire la possibilità di accedere al Corso per tutti gli interessati il Dipartimento ha infatti scelto una politica di prezzi differenziati
per categoria di iscritti:

  • studenti neolaureati (entro 3 anni dalla laurea), persone prive di occupazione e giovani professionisti (fino a 33 anni di età) euro 190,00;
  • dipendenti pubblici euro 290,00;
  • aziende e dipendenti di aziende: euro 550,00.

Si segnala che le aziende iscritte come tali hanno la possibilità di ruotare il personale in funzione della lezione, onde garantire il pieno sfruttamento delle potenzialità del
Corso per tutti i propri dipendenti interessati. Qualora si intendesse far partecipare più dipendenti contemporaneamente è possibile accedere a convenzioni specifiche che consentano
la riduzione del costo complessivo di iscrizione.

Tutte le cifre indicate sono esenti IVA, trattandosi di formazione universitaria. Il pagamento andrà effettuato in soluzione unica entro il 10.3.2012.

La frequenza ON LINE comporta un costo addizionale di euro 100,00 + iva.

Il programma della III EDIZIONE:

anche quest’anno la formula prescelta si fonda su 4 moduli, per un totale complessivo di 44 ore di lezione frontale.

1° MODULO: FONTI ED ISTITUZIONI DELLA LEGISLAZIONE ALIMENTARE
1° LEZIONE – Giovedì 5 Aprile 2012

dalle 10,30 alle 13,30 – Fonti ed Istituzioni della legislazione alimentare nella U.E.
Docente: Prof.ssa Ornella Porchia, Ordinario di Diritto U.E., Università degli Studi di Torino
Abstract: le fonti del diritto U.E.; la natura interistituzionale della procedura di formazione degli atti legislativi nella U.E.; le principali istituzioni: Commissione, Consiglio, Parlamento
europeo.

dalle 14,30 alle 17,30 – Fonti ed Istituzioni della legislazione alimentare in Italia
Docente: prof. Massimo Cavino, Associato di Diritto Costituzionale, Università degli Studi del Piemonte Orientale;
Abstract: le fonti del diritto interno ed il loro rapporto con le fonti U.E.; i “poteri” dello Stato; il potere esecutivo e l’articolazione del Governo; la Pubblica Amministrazione.

2° MODULO: LA SICUREZZA ALIMENTARE
2° LEZIONE – Venerdì 13 Aprile 2012

dalle 10,00 alle 12,00 – Introduzione al regolamento 178/02 CE
Docente: Prof. Giuseppe Coscia, già Ordinario di Diritto U.E., docente di Diritto Internazionale Privato e Processuale Università degli Studi del Piemonte Orientale;
Abstract: la strutturazione della legislazione alimentare UE attraverso la sua norma-base. Il principio del “fondamento scientifico” della legislazione alimentare. Introduzione agli Strumenti
della sicurezza alimentare: il sistema di allarme rapido e la rintracciabilità.

dalle 12,00 alle 13,00 – Strumenti di verifica analitica dell’origine. Casi pratici
Docente: prof. Maurizio Aceto, ricercatore di Chimica analitica presso l’Università degli Studi del Piemonte Orientale.
Abstract: presentazione di alcuni studi su modelli di verifica della rintracciabilità tramite analisi.

dalle 14,30 alle 17,30 – Il concetto di “analisi del rischio”
Docente: Dr. Gaetano Liuzzo, Dirigente Veterinario presso l’ASL di Modena; Presidente della Società di Analisi del Rischio.
Abstract: il concetto di analisi del rischio e la sua funzione nell’ambito degli strumenti della sicurezza alimentare.

3° LEZIONE – Venerdì 20 Aprile 2012

dalle 10,30 alle 13,00 – Il “rischio microbiologico”
Docente: dott.ssa Silvia Bonetta, Ricercatrice di Igiene, Università degli Studi del Piemonte Orientale
Abstract: criteri applicativi del rischio microbiologico e casi pratici.

dalle 14,30 alle 16,30 – Il regolamento 2073/05 CE e la sua applicazione pratica nell’industria alimentare
Docente: Prof. Valerio Giaccone, Ordinario di Ispezione degli Alimenti, Università di Padova.
Abstract: esame del regolamento 2073/05 sui criteri microbiologici ed esemplificazione della sua applicazione nell’industria alimentare.

4° LEZIONE – Venerdì 27 Aprile 2012

dalle 10,30 alle 12,30 – Il rischio chimico ed i suoi criteri applicativi
Docenti: Dott.ri Elisa Robotti, Ricercatrice, Università degli Studi del Piemonte Orientale;
Abstract: esame del rischio di contaminazione chimica degli alimenti e criteri applicativi dell’analisi del rischio nello specifico campo.

dalle 14,00 alle 16,00 – Il regolamento 852/04 CE e l’HACCP nell’industria alimentare e nella ristorazione collettiva
Docente: Dott. Stefano Bentley, Ricercatore di ispezione degli alimenti, Università degli Studi di Parma;
Abstract: analisi del regolamento 852/04; l’HACCP e le sue declinazioni applicative nell’industria alimentare e nella ristorazione collettiva.

5° LEZIONE – Venerdì 4 Maggio 2012

dalle 10,00 alle 13,30 – I materiali e gli oggetti destinati a venire a contatto con gli alimenti nella legislazione U.E. e nazionale
Docenti: Dott. Alberto Manservigi, responsabile laboratorio C.S.I. S.p.A.; Dott.ssa Cristina Mocchi, tecnico di laboratorio C.S.I. S.p.A.
Abstract: Quadro normativo di riferimento. Regolamento “P.I.M.”; dichiarazioni di conformità.
Docenti sostituti: Dott. Alberto Manservigi; Dott.ssa Cristina Mocchi.

dalle 14,30 alle 16,30 – Il controllo ufficiale degli alimenti e delle bevande. Struttura e tecniche
Docenti: Dott. Paolo Franco Pisa, ASL Alessandria.
Abstract: la struttura del controllo ufficiale degli alimenti e delle bevande. Le tecniche del controllo ufficiale.

6° LEZIONE – Venerdì 11 Maggio 2012

dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 16,00 – Il diritto penale degli alimenti e la depenalizzazione
Docenti: Avv. Alessandro Paire; Avv. Luca Gastini
Abstract: il concetto di reato; la depenalizzazione; analisi dei principali reati alimentari e delle principali ipotesi sanzionatorie amministrative.

3° MODULO: I RAPPORTI COMMERCIALI
7° LEZIONE – Venerdì 18 Maggio 2012

dalle 10,00 alle 13,00 – L’etichettatura degli alimenti
Docente: Dott. Giuseppe De Giovanni
Abstract: analisi della disciplina orizzontale sull’etichettatura degli alimenti e casistica verticale.

dalle 14,30 alle 17,30 – Le indicazioni geografiche e la loro protezione nella legislazione internazionale, U.E. e nazionale
Docente: Avv. Prof. Fausto Capelli, Già docente di Diritto U.E. Università di Parma, Direttore della rivista Diritto Comunitario e degli Scambi Internazionali; Avv. Prof. Francesco
Aimerito, U.P.O.
Abstract: il quadro giuridico nazionale, U.E. ed internazionale della protezione dei nomi geografici degli alimenti e delle bevande. Casi pratici.

8° LEZIONE – Venerdì 25 Maggio 2012

dalle 10,30 alle 13,00 – Il regolamento Claims
Docente: Avv. Dario Dongo.
Abstract: il concetto di claim nutrizionale o salutistico. Distinzione. Le valutazioni EFSA sui claims ex art. 13 e la procedura per sottoporre a valutazione preventiva i nuovi claims
salutistici. L’evoluzione giuridica della materia.

dalle 14,30 alle 17,30 – I rapporti commerciali B2B e B2C nel settore alimentare
Docenti: Prof. Bianca Gardella Tedeschi, Prof. G. Coscia
Abstract: le principali figure contrattuali nel settore alimentare

4° MODULO CONCLUSIVO. ALIMENTI E NUTRIZIONE: PRESENTE E FUTURO
9° LEZIONE – Venerdì 8 giugno, dalle 10,00 alle 12,30

dalle 10,00 alle 11,00 – I prodotti nutraceutici, erboristici, destinati ad una alimentazione particolare e gli integratori alimentari
Docente: Prof. Luca Petrelli, Associato di Diritto Agrario, Università di Camerino
Abstract: la relazione avrà il compito di illustrare le diverse categorizzazioni dei prodotti alimentari destinati a soddisfare in tutto o in parte specifiche esigenze nutrizionali o
salutistiche.

dalle alle – Recenti studi scientifici in materia di nutriceutica e possibili evoluzioni nel settore dei prodotti salutistici
Docente: Prof. Marco Arlorio, Associato di Chimica degli Alimenti, Università degli Studi del Piemonte Orientale
Abstract: recenti studi su sostanze attive e principi chimici nell’ottica di future evoluzioni della nutriceutica.

dalle 12,30 alle 13,00 – Test finali di apprendimento
dalle 14,30 alle 16,30 – Tavola rotonda conclusiva: Alimenti & Salute. Un binomio ancora possibile?
Interverranno:
il Prof. Giorgio Calabrese, docente di nutrizione umana all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza;
il Dott.ssa Barbara De Mei, Centro Nazionale di Epidemiologia Sorveglianza e Promozione della Salute, Istituto Superiore di Sanità. Responsabile comunicazione del programma “Guadagnare
salute”;

Al termine del Corso verrà rilasciato attestato di partecipazione utile per delineare il proprio curriculum vitae. Il termine per l’iscrizione è il 10 marzo 2012. In caso di
superamento dei posti disponibili verranno accolte le domande cronologicamente pervenute per prime.

Ulteriori informazioni ed il modulo di iscrizioni sono disponibili on line sul sito https://cafla.uniupo.it/

PRESENTAZIONE DEL CORSO

III EDIZIONE: la legislazione alimentare fra consolidamento e sviluppi normativi.

MODALITÀ’ DI FREQUENZA:
Il Corso di Alta Formazione in Legislazione Alimentare – III edizione potrà essere frequentato sia fisicamente, attraverso la presenza in aula, sia “on
line” in modalità streaming live o differito.

FREQUENZA IN AULA. Il Corso si terrà presso la sede della Facoltà di Giurisprudenza in Alessandria, Palazzo Borsalino, Via Cavour 84 il venerdì, mattino e
pomeriggio.
Gli iscritti che avranno frequentato almeno il 70% delle lezioni riceveranno al termine del Corso un attestato di partecipazione. Nel caso decidano di sottoporsi al test finale di apprendimento
con esito positivo riceveranno un attestato di “frequenza con profitto”.
Gli iscritti che per giustificate ragioni non potranno frequentare alcune lezioni potranno visionarle successivamente via internet in modalità streaming-differito, fermo restando il
vincolo di presenza ad almeno il 70% delle lezioni sopra indicato.

FREQUENZA VIA WEB.
Gli iscritti che avranno optato per la frequenza via web potranno assistere alle lezioni in modalità streaming live o streaming differito. A tal proposito
verrà attribuita all’atto dell’iscrizione una password che consentirà l’accesso ai filmati ed al materiale didattico per la durata di 1 mese dalla data della lezione e per un numero
di volte illimitate.
Gli iscritti on line potranno sempre comunque decidere di partecipare “in aula” previa segnalazione della loro presenza al direttore del Corso con almeno 7 gg. di anticipo. La frequenza “on line”
non consente il rilascio di attestazioni di partecipazione, ma solo di “iscrizione” al corso. Gli iscritti on line potranno comunque decidere, a titolo di auto-valutazione, di partecipare al test
finale di apprendimento in aula o “on line”.

Obiettivo fondamentale del corso sarà fornire ai partecipanti un quadro complessivo e dettagliato della legislazione alimentare UE e nazionale, creando un terreno comune fra addetti
dell”industria alimentare, funzionari pubblici del controllo ufficiale e professionisti del settore, per confrontarsi sull’evoluzione della materia e le problematiche più attuali ed
urgenti in Italia e nell’Unione europea.

La compresenza di insegnamenti giuridici e scientifici garantirà l’acquisizione di un know-how adeguato sia per l’aggiornamento delle conoscenze del personale già inserito in
aziende agroalimentari, sia per la formazione degli studenti neolaureati delle facoltà scientifiche e giuridiche che intendano aumentare le proprie chance di impiego in questo specifico
ambito manifatturiero. La rotazione dei docenti consentirà ai frequentanti il Corso di confrontarsi con esperienze professionali ed accademiche diverse e trasversali, onde realizzare quel
necessario incontro fra “scienza” e “diritto” che da sempre connota questa peculiare materia.

Al fine di consentire un miglior interscambio di esperienze fra partecipanti e docenti sarà messo a disposizione degli iscritti un forum ove poter proseguire anche fuori dall’orario di
lezione le discussioni sui temi trattati. La piattaforma digitale consentirà, inoltre, di avere sempre a disposizione il materiale didattico e le slides proiettate in aula.
Ulteriori informazioni e maggiori dettagli sono disponibili sul sito web https://cafla.uniupo.it/

PROGRAMMA | Corso BASE: 44 ore.
Il corso si compone di 4 Moduli:

FONTI ED ISTITUZIONI DELLA LEGISLAZIONE ALIMENTARE | Modulo introduttivo.

1° LEZIONE
, Venerdì 6 Aprile 2012 dalle 10,00 alle 13,00
Fonti ed Istituzioni della legislazione alimentare nella U.E. ed in Italia
Docenti: Prof. Massimo Cavino, Università Piemonte Or., Prof.ssa Ornella Porchia, Università To;

LA SICUREZZA ALIMENTARE | Modulo verticale.


2° LEZIONE
, Venerdì 13 Aprile 2012 dalle 10,00 alle 17,30
Introduzione al regolamento 178/02 CE.
Docente: Prof. Giuseppe Coscia, Università Piemonte Orientale;
Strumenti di verifica analitica dell’origine. Casi pratici.
Docente: prof. Maurizio Aceto, Università Piemonte Orientale;
Il concetto di “analisi del rischio”.
Docente: Dr. Gaetano Liuzzo; AUSL Modena;

3° LEZIONE
, Venerdì 20 Aprile 2012, dalle 10,30 alle 16,30
Il “rischio microbiologico”.
Docente: dott.ssa Silvia Bonetta, Università Piemonte Orientale;
Il regolamento 2073/05 CE e la sua applicazione pratica nell’industria alimentare
Docente: Prof. Valerio Giaccone; Università di Padova;

4° LEZIONE
, Venerdì 27 Aprile 2012 dalle 10,30 alle 16,00
Il rischio chimico ed i suoi criteri applicativi.
Docenti: Dott.ri Elisa Robotti; dott. Fabio Gosetti, Università Piemonte Orientale;
Il regolamento 852/04 CE e l’HACCP nell’industria alimentare e nella ristorazione collettiva.
Docente: Dott. Stefano Bentley, Università di Parma;

5° LEZIONE
, Venerdì 4 Maggio 2012, dalle 10,00 alle 16,30:
I materiali e gli oggetti destinati a venire a contatto con gli alimenti
Docenti: Dott. Alberto Manservigi, Dott.ssa Cristina Mocchi, C.S.I. S.p.A.;
Il controllo ufficiale degli alimenti e delle bevande. Struttura e tecniche.
Docenti: Dott. Paolo Franco Pisa, ASL Alessandria.

6° LEZIONE
, Venerdì 11 Maggio 2012, dalle 10,30 alle 16,00
Il diritto penale degli alimenti e la depenalizzazione
Docenti: Avv. Alessandro Paire, Foro Torino; Avv. Luca Gastini, Foro Alessandria;
I RAPPORTI COMMERCIALI | Modulo verticale.

7° LEZIONE
, Venerdì 18 Maggio 2012, dalle 10,00 alle 17,30.
L’etichettatura degli alimenti
Docente: Dott. Giuseppe De Giovanni, consulente;
Le indicazioni geografiche e la loro protezione nella legislazione internazionale, U.E. e nazionale
Docente: Avv. Prof. Fausto Capelli, Foro Milano;

8° LEZIONE, Venerdì 25 Maggio 2012 dalle 10,30 alle 17,30
Il regolamento Claims.
Docente: Avv. Dario Dongo, Federalimentare;
I rapporti commerciali B2B e B2C nel settore alimentare
Docenti: Prof. Bianca Gardella Tedeschi, Prof. G. Coscia, Università Piemonte Orientale;

ALIMENTI E NUTRIZIONE: PRESENTE E FUTURO | Modulo conclusivo.

9° LEZIONE, Venerdì 8 giugno, dalle 10,00 alle 12,30
I prodotti nutraceutici, erboristici, destinati ad una alimentazione particolare e gli integratori alimentari.
Docente: Prof. Luca Petrelli, Università di Camerino
Recenti studi scientifici in materia di nutriceutica e possibili evoluzioni
Docente: Prof. Marco Arlorio, Università Piemonte Orientale;

Tavola rotonda conclusiva: Alimenti & Salute. Un binomio ancora possibile?
Interverranno:
il Prof. Giorgio Calabrese, Università Cattolica e la Dott.ssa Barbara De Mei, Centro Nazionale di Epidemiologia Sorveglianza e Promozione della Salute, Istituto Superiore di
Sanità

Costo di iscrizione:

Iscrizione a tutti e quattro i moduli:

IN AULA:
Studenti neolaureati, praticanti avvocati, giovani avvocati (entro 33 anni compiuti), persone prive di occupazione: € 190,00
Dipendenti pubblici: € 290,00
Aziende, dipendenti di aziende, consulenti, avvocati oltre i 34 anni compiuti e altri professionisti: € 550,00
ON LINE:
sovrapprezzo di € 100,00

Iscrizione ad un singolo modulo: € 290,00

ON LINE:
sovrapprezzo di € 100,00
Il modulo di iscrizione è disponibile on line sul sito https://cafla.uniupo.it/

Iscrizione ai moduli di approfondimento:
– Prodotti di origine animale (ottobre 2012);
– Legislazione vitivinicola (gennaio 2013);
stesso costo dell’iscrizione al corso base.

Al termine del Corso verrà rilasciata attestazione di frequenza utile per delineare nel curriculum vitae del candidato il know-how acquisito e certificazione relativa ai crediti
eventualmente acquisiti.

VERRA’ RICHIESTO ACCREDITAMENTO ALL’ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ALESSANDRIA (NR. 24 CREDITI FORMATIVI).
Iscrizioni on line sul sito https://cafla.uniupo.it/ entro il 10.3.2012

Università degli Studi del Piemonte Orientale
Via Cavour 84, 15121 Alessandria
0131.283761 | 0131.283773 fax
https://www.unipmn.it
https://cafla.uniupo.it/

Le iscrizioni al Corso di Alta Formazione in Legislazione Alimentare possono essere effettuate esclusivamente ON LINE sul sito internet del Corso: https://cafla.uniupo.it/.

In caso di superamento del numero di posti disponibili le domande verranno accolte secondo ordine cronologico di ricezione.

Le lezioni si svolgeranno presso la sede della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale in Alessandria, Palazzo Borsalino, Via Cavour 84.

COME RAGGIUNGERCI:

In treno: linea ferroviaria Torino- Genova, oppure Parma – Piacenza – Alessandria, stazione di Alessandria.
La sede del Corso dista poche centinaia di metri dalla stazione e può essere raggiunta comodamente a piedi;
In automobile: Autostrata A26 Genova – Gravellona Toce, uscita Alessandria SUD, proseguire in direzione Alessandria CENTRO; oppure autostrada A 21 Torino- Piacenza, uscita Alessandria EST,
proseguire per Alessandria Centro. Nei pressi della sede della Facoltà vi è ampia disponibilità di parcheggi sia liberi che a pagamento.


Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento