Alcolismo, gli uomini sono più vulnerabili

Alcolismo, gli uomini sono più vulnerabili

Gli uomini sono più soggetti all’alcolismo delle donne. All’origine del fenomeno un meccanismo biologico: il cervello maschile secerne più dopamina (il “neurotrasmettitore del
piacere”) rendendo più difficile dire basta.

Questa la scoperta di una ricerca dell’Università di Yale e dell’Università di Columbia, diretta dalla dottoressa Anissa Abi-Dargham e pubblicata su “Biological Psychiatry”.

La squadra di lavoro ha messo sotto esame alcuni studenti universitari, d’entrambi i sessi. Tali soggetti hanno consumato una bevanda, mentre il loro cervello veniva sottoposto a PET
(tomografia con emissione di positrone). La scansione ha rivelato come, a parità di alcol ingerito, il cervello degli uomini era investito da maggiori quantità di dopamina.
Inoltre, il neurotrasmettitore tendeva a depositarsi principalmente nel corpo striato ventrale, un’area del cervello fortemente associata al piacere e alla formazione delle dipendenze.

Conclude perciò la dottoressa Abi-Dargham: “Il declino nel rilascio della dopamina una volta smaltito l’effetto dell’alcol può essere alla base di episodi reiterati di consumo
pesante di alcol e potrebbe rappresentare uno dei motivi che portano alla dipendenza dall’alcol”.

FONTE: Nina B.L. Urban, Lawrence S. Kegeles, Mark Slifstein, Xiaoyan Xu, Diana Martinez, Ehab Sakr, Felipe Castillo, Tiffany Moadel, Stephanie S. O’Malley, John H. Krystal, Anissa
Abi-Dargham, “Sex Differences in Striatal Dopamine Release in Young Adults After Oral Alcohol Challenge: A Positron Emission Tomography Imaging Study With [11C]Raclopride Original Research
Article”, Biological Psychiatry, Volume 68, Issue 8, 15 October 2010, Pages 689-696, doi:10.1016/j.biopsych.2010.06.005

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento