Donne, i glutei formosi fanno vivere di più

Donne, i glutei formosi fanno vivere di più

Curve pericolose? Il contrario. Le donne con glutei formosi hanno una longevità maggiore di quelle pelle ed ossa.

Lo sostiene una ricerca della Mayo Clinic di Rochester (Minnesota), diretta dal dottor Michael Jensen e pubblicata su “PNAS” (Proceedings of the National Academy of Sciences).

Gli scienziati hanno lavorato con 30 volontarie, mettendole all’ingrasso per 8 settimane, con gelati al cioccolato, cibi grassi e molti zuccheri. Prima e dopo l’inizio della dieta, gli studiosi
hanno misurato la dimensione (media) delle cellule di grasso.

In questo modo, si è stabilito come a fine test i soggetti avessero ottenuto in media 2,5 chili nella parte superiore del corpo e 1,5 nella parte inferiore.

Infatti, spiegano gli esperti, il grasso si era sviluppato in maniera diversa, a seconda delle regioni del corpo. Le cellule adipose intorno al cuore e stomaco erano cresciute di dimensione ma
non aumentate di numero, generando più proteine di sintesi del grasso. Diversamente, le cellule adipose nella parte inferiore del corpo erano aumentate ma rimaste di dimensioni stabili.

Secondo Jensen e colleghi, ciò significa che la storia delle cellule adipose è differente a seconda della zona corporea di sviluppo, non uniforme come si credeva.

Inoltre (cosa forse più importante) le cellule situate su glutei e cosce proteggono il resto del corpo da malattie metaboliche.

Per la squadra della Mayo Clinic tale scoperta ha due conseguenze. Per cominciare, come detto, le speranze di vita delle donne formose sono più alte di quelle delle donne filiformi.
Inoltre, si aprono nuove strade per la produzione di farmaci con effetto differenziato sulle diverse parti del corpo per contrastare le malattie metaboliche.

FONTE: “Fat Cells Grow Differently in Belly Vs. Bottom”, Mayo Clinic, news release, Oct. 4, 2010

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento