FREE REAL TIME DAILY NEWS

Al COM-PA: “Co comunica facile”

By Redazione

Anche il Ministero del Lavoro è al COM-PA, l’evento di portata internazionale in corso in questi giorni a Bologna, ed ha messo a disposizione degli utenti una nuova guida: “Co comunica
facile – le comunicazioni obbligatorie on line”.

Si tratta di uno strumento che il ministero ha predisposto per rendere meno traumatico il passaggio al sistema telematico (che diventerà obbligatorio dal mese di marzo 2008) per tutte le
comunicazioni relative all’instaurazione alla proroga, alla trasformazione e alla cessazione dei rapporti di lavoro.
La nuova normativa prevede l’assunzione diretta di tutti i lavoratori, per tutte le tipologie di rapporto di lavoro e predispone l’avvio del Sistema Informativo del Lavoro, che renderà
unitarie ed omogenee le informazioni utili per monitorare al meglio il mercato del lavoro, supportando le azioni di contrasto al lavoro irregolare.
Gli utenti interessati dal nuovo sistema sono i soggetti obbligati (i datori di lavoro privati, gli Enti pubblici economici, le Pubbliche Amministrazioni, le Agenzie di somministrazione) e gli
intermediari (consulenti del lavoro; avvocati e procuratori legali, dottori commercialisti, ragionieri e periti commerciali, che abbiano dato comunicazione alle Direzioni Provinciali del Lavoro
del territorio in cui intendono svolgere l’attività; servizi istituiti presso le Associazioni di categoria per le aziende artigiane e per le altre piccole aziende, anche in forma
cooperativa; associazioni di categoria delle imprese agricole; associazioni di categoria dei datori di lavoro; agenzie per il lavoro; soggetti promotori di tirocini) che si siano accreditati
secondo le modalità indicate da ciascuna Regione o Provincia Autonoma dove è ubicata la sede di lavoro.
La comunicazione telematica, inoltre, riguarda il lavoro subordinato (a tempo indeterminato, a termine, decentrato, a orario ridotto, a causa mista); il lavoro autonomo in forma coordinata e
continuativa (agenti e rappresentanti di commercio, collaborazioni coordinate e continuative ex art. 409, n. 3, c.p.c., lavoro a progetto ex art. 61, comma 1, d.lgs. n. 276/2003); il socio
lavoratore di cooperativa (art. 1, comma 3, legge 3 aprile 2001, n. 142); l’associazione in partecipazione con apporto lavorativo (art. 2549 cod. civ.); i tirocini di formazione e di
orientamento.

Ministero del Lavoro e della previdenza sociale, “CO comunica facile – le comunicazioni obbligatorie on line”
Scarica il documento completo in formato .Pdf

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: